MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

Il nuovo business del secolo. Non un nemico, ma un alleato per fare soldi...

Medici, farmacisti, infermieri e ricercatori studiano per salvare vite. Alcuni però oltrepassano i limiti anteponendo prospettive di lauti guadagni, carriera e sperimentazioni ambigue contro coscienza e contro al famoso giuramento di aiutare il prossimo non arrecandogli alcun danno. La sofferenza del paziente e dei suoi cari risultano quindi accettabili per qualcuno e cosi si usano terapie dubbi, i cui rischi passano come "accettabili" se al fondo del percorso ci sono sempre loro... TANTI PIÙ SOLDI FACILI.

La malattia per l'industria farmaceutica è un'opportunità di guadagno!

 

Lungi da me denigrare coloro che da sempre, con enormi sforzi e sacrificio, hanno salvato e salvano milioni di vite ogni anno. Queste non sono persone comuni. Queste sono degli EROI. Queste persone sono degli angeli...

Terapia "ORGONICA", cancellata dal mondo perchè non redditizia !

Analisi del dottor Wilhelm Reich. Video tratto da luogocomune2

La medicina cura i sintomi, non la malattia!

 

Il primo trattato sui tumori, lo si trova in un antico papiro egizio (EBERS 1550 a. C. circa) Sono quindi millenni che l'essere umano affronta una lotta contro questo male oscuro. Crediamo tutti che vi sia solo un modo per affrontarlo. La fede in Dio, unita alla chemioterapia. Eppure scienziati rivoluzionari vennero screditati dalle lobbies farmaceutiche in quest'ultimo secolo. Mi viene in mente di quando ero giovane e di come distrussero la credibilità sui test MDB  dell'illustre Dottor Luigi di Bella...   

 

Analizziamo insieme la questione

 

Non sono qui per parlare di correlazioni fra tumori e stili di vita, abitudini alimentari o l'ambiente inquinato che ci circonda, ma semplicemente per aprire gli occhi a coloro che si fidano sempre ciecamente in terapie chemio o radio proposte, che nella maggior parte dei casi, non portano alla guarigione, ma all'aggravarsi delle condizione del paziente, spesse volte fino al decesso.

Sappiamo benissimo tutti che la chimica altera le nostre facoltà e le nostre difese. Come sappiamo benissimo che la radioattività altera il nostro DNA a livello cellulare. No? Volete parlare di Maria Curie, di Chernobyl, di Fukushima, delle centinaia di test di esplosioni nucleari avvenuti negli ultimi 70 anni o di che altro?? (rimando su articolo DENUNCIA NUCLARE)

Eppure ci dicono che un veleno in dosi controllate potrebbe salvarci. Potrebbe. Un corpo malato avrebbe bisogno di essere guidato. Un sistema immunitario dovrebbe essere formato insegnandoli a rigenerarsi. Cosa facciamo quando il corpo rischia di non farcela? Lo aiutiamo scagliando piccole bombe atomiche, un fuoco amico che distrugge tutto lentamente, noi la nostra malattia e la nostra dignità.

Entro il 2050 ci saranno più del triplo dei morti per infezioni antibiotico-resistenti. L'aumentare delle condizioni stressanti di vita, dell'inquinamento, di un'alimentazione troppo ricca ma industrializzata, porteranno a un'esplosione nella crescita di forme tumorali. Tutto ciò porterà a terapie, a studi, a test. Tutto ciò porterà inevitabilmente a speculazioni e altro business.

L'immunoterapia e altre forme di cura sono oggi appena nate e non sostituiscono lo standard chemioterapico perché non ancora così redditizie. Sappiamo invece da fonti attendibili che radio e chemioterapia costano sul servizio pubblico dai 200 ai 300,000 euro per paziente, quindi sono altamente redditizie per le aziende. Per non parlare della dispersione in ambiente di micro dosi radioattive. Si micro dosi che moltiplicate per milioni di trattamenti nel mondo negli ultimi decenni fanno una buona dose ben sparpagliata di radioattività ambientale.

Cure alternative?!

Ecco che acque di sorgenti con proprietà stimolanti, la naturopatia, il buon cibo sano e fresco, il sole che ci fa arricchire di vitamina D, e qualsiasi altra forma utile a far regredire spontaneamente questo male oscuro viene snobbata, denigrata, aborrita.

Alcune società farmaceutiche vedono solo opportunità. Altre le inseguono ma non ad ogni costo. Eppure tali potenze influiscono i ministeri della salute in tutti i governi del mondo. Hanno risorse illimitate per convincere medici a fare prescrivere un farmaco al posto di un altro anche se gli effetti collaterali superano quelli di un farmaco più anziano e testato da anni.

Ricordiamoci tutti che i moderni farmaci attenuano e mascherano i sintomi, non risolvono mai le malattie e le sindromi.

Quindi ribadisco il concetto che esiste una categoria di medici integerrimi, incorruttibili e conscenziosi ed altri un po' meno putroppo.

Così come molti conservanti inseriti nei vaccini, fanno si che gli stessi costino pochissimo alla produzione garantendo margini di guadagno spaventosi, alla stessa maniera esistono terapie contro i tumori che non garantiscono alcun effetto ma costano tantissimo per uno Stato o un centro privato.

Spieghiamoci meglio

Anche su questo tema, i canali standard di informazione omettono notizie del genere. Questo perché grandi aziende farmaceutiche sono anche investitori di canali TV, radio, giornali. Il sistema è organizzato molto bene...

La rivista NATURAL NEWS nello scorso 2017 esce con una notizia bomba:

La chemioterapia non ferma e non rallenta il cancro, ma lo fa diffondere. Molti pazienti malati di cancro pensano che la sola speranza per sopravvivere sia tale trattamento. E con loro anche i loro cari che seguono con dolore questo percorso sperando in un miracolo fino alla fine. Questo articolo si basa su studi eseguiti presso la facoltà di medicina "Albert Einstein" di Yeshiva, New York. Sono riusciti a dimostrare che tali trattamenti con relativi farmaci innescano nel corpo umano una proliferazione più aggressiva e metastasizzata creando quindi un ambiente florido per altri tumori. Il TMEM (micro ambiente tumorale delle metastasi).

Non ci credete?

Scrivete su google:

 

medical boomshell: chemotherapy found to spread cancer...

 

Secondo un sondaggio del centro di ricerca McGill, il 75% dei medici intervistati, rifiuterebbe un trattamento chemioterapico. Significa 3 medici su 4.

Dai dati emersi il 97% dei malati di cancro non rispondono per niente a tale trattamento. Coloro che la scampano, con farmaci dichiarati salvavita, entro pochi mesi o un pugno di anni hanno una proliferazione recidiva che li uccide.

Negli USA la FDA (FOOD AND DRUG ADMINISTRATION) ha vietato ai medici di scegliere strade non chimiche per trattare i tumori. In Europa idem. Logico: se non investi in cosa dico io, io non investo in cosa vuoi tu. Perfetto: un liberissimo mercato. Sempre la FDA negli anni 50 aveva rovinato la vita al dottor Wilhelm Reich, screditandolo e poi arrestandolo. Dopo pochi mesi di carcere, per combinazione egli morì e tutti i suoi studi e materiale compresa la camera orgonica, vennero distrutti. (vedere video allegato a inizio pagina)

Quindi cari lettori il punto é il seguente. Nei telegiornali compaiono interviste di nuovi percorsi da scegliere, di nuovi passi avanti. Si infonde sempre nel corso degli anni questo velo di speranza negli ascoltatori. Sotto sotto, invece, i soliti interessi economici dettano le regole.

Nel 2017 é stato stimato in tre trilioni di dollari all'anno in tutto il mondo il business derivante dalla cura dei tumori tramite chirurgia, radiazione, farmaci postumi alla chemioterapia.

Ricordando a tutti che vi sono nel mondo potenti famiglie che ricoprono ruoli di presidenti, azionisti di maggioranza e altre cariche contemporaneamente in molteplici settori, capirete come sia facile per loro vedere opportunità di guadagno in un malato. Persone implicate in politica, azionisti di fabbriche d'armi, petrolieri, finanziatori aerospaziali, presidenti di compagnie aeree, di telecomunicazioni e case farmaceutiche. Il tutto contemporaneamente. Ecco la connessione. Essere ovunque per gestire tutto.

Da un lato di tanto in tanto si parla del tema del sovrappolamento mondiale, da un lato che presto, sempre presto arriveranno nuove cure per brutte malattie... Eppure, per la gente comune come noi, terapie d'avanguardia non saranno mai accessibili. Ci acconteremo sempre della medicina convenzionale e tradizionale, che da sempre, provando e provando ha salvato milioni di vite, ma altrettante ne ha spezzate negli imprevisti che ogni malattia può offrire.

In effetti nessuno fa mai caso alle firme richieste di scarico di responsabilità prima di ogni banalissimo trattamento o intervento chirurgico. Come nessuno del resto legge per scaramanzia gli effetti collaterali nei bugiardini dei vaccini e dei farmaci. Come a dire: questo ti aiuterà, ma se per caso ti succedesse qualcosa di strano o di brutto, inutile per te o i tuoi parenti superstiti fare causa: hai letto e approvato per tacito assenso oppure hai firmato e accettato eventuali conseguenze impreviste.

Ed ecco anche come medici e scienziati che hanno provato negli anni a seguire sentieri e cure alternative, venissero radiati dall'albo, screditati, rovinati economicamente. (es. In Italia il professor Luigi di Bella) Guai a nominare la naturopatia o il trattamenti orgonici come nel filmato allegato! Siamo pazzi, l'unico percorso è la chemioterapia per aggredire un tumore. Peccato che nella maggioranza dei casi, lo scateni ancora di più. 

Anche nella medicina, chi cerca di non seguire il Sistema, viene distrutto sotto ogni punto di vista. Vale in politica, vale in una multinazionale, vale in un docente che prova a deviare dal protocollo scolastico. Insomma, ovunque.

Questo purtroppo non vale solo per il cancro: ci sono al mondo migliaia di patologie strane, che colpiscono solo una piccola percentuale di persone, che si potrebbero curare ma che non si studiano o non si fanno le dovute ricerche solo perché non sarebbero redditizie: ma la vita umana non dovrebbe avere la stessa importanza per tutti? Eppure se io ho la sfortuna di avere una di queste patologie e non sono miliardario, sono destinato a morire molto probabilmente....

Se poi volessimo spingerci un pó oltre, allora ci potremmo chiedere come mai ogni certo periodo di tempo, ”nascono” nuove malattie: pensiamo per esempio alla famosa epidemia di influenza che colpí la Spagna ad inizio ’900 (conosciuta proprio come Spagnola) e che in poco piú di 2 anni tra il 1918 ed il 1920 uccise all’incirca 40 milioni di persone in tutto il mondo; questo virus tutt’oggi sconosciuto sparí all’improvviso cosí come era arrivato. Un caso?

O arrivando ai nostri giorni, all’Ebola, che ogni anno miete migliaia di vittime in Africa e spaventa l’Occidente, con casi mediatici quasi da film ”catastrofisti”, non ancora troppo studiato perché lontano da noi.

Per non parlare poi della piú famosa epidemia del secolo scorso, l’AIDS, che si diagnosticó per la prima volta in California e che proviene da una scimmia africana (caso strano, come l’Ebola): un retrovirus mutato geneticamente non presente in natura. Fu un esperimento mal riuscito di qualche multinazionale o una nuova patologia da studiare e dalla quale trarre lauti guadagni? Il tutto a costo di molte vite innocenti... 

Come al solito la verità avrà bisogno ancora di anni per venire fuori. Deve sempre maturare piano piano. 

Cercate le documentazioni fornite dal giornalista Lino Bottaro che ha provato con ogni mezzo a sradicare il marciume del business di alcune branche della medicina moderna e vedrete con i vostri occhi di cosa é capace il Sistema...

 

Capace di convincerci tutti prima o poi che una menzogna vale più di mille verità...

 

Agosto 2019

Simone Merlo / Gabriele Sales

Montaggio di Life 120. Un giornalista intervista medici che affermano che radio e chemioterapia nella stragrande maggioranza dei casi non servono a nulla

Ed ecco che oltre la camera orgonica anticancro, esistono altre invenzioni utili, ma non redditizie...

Tratto dal canale FATTI SORPRENDENTI