MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

Tutto potrebbe essere già stato definito... o siamo ancora in tempo per fare inversione di rotta?

Maya, I Sumeri e Nibiru, gli Antichi Profeti e l'Apocalisse, San Malachia, Nostradamus, i Segreti di Fatima, Edgar Cayce. Analizzeremo insieme come mai tutti hanno ipotizzato la fine del mondo fino ai giorni nostri..

... 

INTRODUZIONE

Da sempre l’essere umano ha cercato di scrutare il futuro, cercando di anticiparsi agli eventi per poter in qualche modo far fronte ai problemi che dovrà affontare: é infatti nella natura umana il sentirsi a disagio di fronte a tutto ció che é sconosciuto, misterioso e quindi non sotto il suo controllo. É un'esperienza che viviamo quotidianamente. All'essere umano lo tranquillizza la normalità, la routine giornaliera, il sapere quello che succede in ogni momento, é parte della sua debolezza innata. Proprio per questo l'idea di poterci anticipare al futuro ha sempre attratto culture, religioni e milioni di persone. Ci sono culture che si basano sulle esperienze passate, tramandate da generazione in generazione, per poter anticipare la ciclicità degli eventi (Maya) oppure altre (come la nostra) che cercano aiuto nella religione e nei messaggi divini per interpretare l'avvenire. Cercheremo di fare un breve viaggio attraverso le principali profezie per trovare affinità, similitudini o incongruenze, vedendo come tutte o quasi portano sempre allo stesso risultato: l’Armageddon ovvero la distruzione totale di ció che conosciamo.

Terremoti, cataclismi, distruzione...

LA CIVILTÀ MAYA

 

La civiltà Maya, insieme a quelle del Centro e Sud America, é ancora per lo piú avvolta nel mistero: la loro scrittura non è ancora stata del tutto  codificata e molte cose sono ancora da scoprire per far luce sulla loro organizzazione, struttura e livello tecnologico. Quello che si sa é che le loro conoscenze astronomiche (come del resto nella maggior parte di queste civiltà antiche in tutto il mondo) sono sorprendentemente avanzate e precise, rendendo ancora piú affascinante questa cultura. 

Negli ultimi anni poi la civiltà Maya divenne particolarmente di moda grazie alle famose profezie, che, secondo le analisi e le traduzioni fatte dagli studiosi, situavano la fine del mondo  il 21 dicembre del 2012. 

Questa é una visione alquanto semplicistica delle profezie, che meritano essere approfondite ed analizzate per capirne il reale significato.

Secondo il calendario Maya, il tempo era suddiviso in b'ak'tun (della durata di 144.000 giorni), ed il 22 dicembre 2012 segnava il passaggio dal 13 al 14 b'ak'tun. Inoltre secondo le loro credenze erano già esistiti 3 periodi anteriori, che furono distrutti dagli Dei perchè fallimentari dal loro punto di vista, e tutti terminavano con il 13 b'ak'tun. Queste informazioni sono riportate in 2 documenti: la prima é la famosa stele in Messico, vicino al sito archeologico di Chichen Itza (visitato da me personalmente nel 2010) e l’altra é in un manoscritto rivenuto nella biblioteca reale di Vienna e proprietà di Carlo V di Spagna.

Ma analizziamo nel dettaglio le 7 profezie qui contenute:

La prima delle sette profezie Maya, descritta come “la fine della paura”, informa che dall’anno 1999 rimarranno 13 anni per realizzare i cambi di coscienza e atteggiamento che devieranno l’uomo dal cammino di distruzione per il quale sta avanzando, per condurlo verso il comportamento corretto, che permetterà di aprire la coscienza e la mente, integrandoli con tutto quello che esiste.

La seconda profezia riguarda la nuova epoca di armonia verso la quale ci stiamo dirigendo, dove per potervi entrare definitivamente dovremo affrontare le nostre grandi paure. Il comportamento di tutta l’umanitá cambierá rapidamente a partire dall’eclisse di sole dell’11 Agosto del 1999

“Quel giorno osservammo un anello di fuoco che si intarsiava nel cielo, fu un eclissi senza precedenti nella storia, per l’allineamento in croce cosmica di quasi tutti i pianeti del sistema solare, con la terra al centro, che si posizionarono nei quattro segni dello zodiaco, che sono anche i segni dei quattro evangelisti, i quattro custodi del trono nell’Apocalisse di San Giovanni.”

L’ ombra della luna proiettata sulla terra attraversó l’Europa passando su Kossovo, Medio Oriente, Iran e Iraq, Pakistan e India, segnando con il suo passaggio un’area di conflitti e guerre che puntualmente hanno preso forma negli anni a seguire.

La terza profezia si rivolge all’umanitá per coscienziarla riguardo all’influenza prodotta sulla Terra: dovremmo iniziare ad analizzare la nostra relazione con il pianeta come specie per evitare la distruzione. I sacerdoti Maya affermano che un’onda di calore provocherá l’aumento della temperatura del pianeta provocando cambi climatologici, geologici e sociali su una scala mai vista prima ad una velocitá senza precedenti.

La quarta profezia mette in guardia l’uomo rispetto alla propria condotta invitandolo a cambiare comportamento per sincronizzarsi con i ritmi della natura: ci informa riguardo al fatto che il clima cambierá e che i poli si ritireranno dovuta a una maggiore attività del sole.

La quinta delle sette profezie Maya informa che tutti i sistemi basati sulla paura, su cui si basa la nostra civiltá, si trasformeranno simultaneamente con il pianeta e l’uomo per lasciare il passo ad una nuova realtá di armonia.

“Il sistema fallirá per permettere all’uomo di confrontarsi con se stesso permettendogli di sentire la necessitá di riorganizzare la societá per continuare lungo il cammino dell’evoluzione che ci porterá a comprendere fenomeni sconosciuti come quello della creazione.”

La sesta profezia informa l’umanitá riguardo l’apparizione di una cometa, la cui traiettoria metterebbe in pericolo la vita dell’uomo. La profezia ci informa riguardo ad un pericolo imminente che ci obbligherebbe ad una cooperazione tra i popoli. I Maya vedevano le comete come agenti di cambio che mettono in movimento l’equilibrio esistente, provocando la trasformazione di alcune strutture che stimolano l’evoluzione della coscienza collettiva.

La cometa di cui parla la sesta profezia é stata annunciata da molte altre religioni e culture, per esempio nella Bibbia, nel libro delle rivelazioni, appare con il nome di “assenzio“.

L’ultima delle sette profezie Maya denominata del ”tempo non tempo” ricorda che sará solo la nostra trasformazione interna a condurci verso nuovi significati e verso una nuova realtá di pace e armonia. Durante i 13 anni che vanno dal 1999 al 2012 la luce emessa dal centro della galassia sincronizzerá tutti gli esseri viventi permettendogli di accedere volontariamente ad una trasformazione interna che produrrá nuove realtá: tutti gli uomini comprenderanno che il regno minerale, vegetale, animale e tutta la materia sparsa per l’universo, su tutte le scale, dall’atomo alla galassia sono esseri vivi con una coscienza evolutiva. A partire dal Sabato 22 Dicembre dell’anno 2012 tutte le relazioni saranno basate sulla tolleranza e sulla flessibilitá, poiché l’uomo sentirá finalmente gli altri come parte di se stesso.

Come potete vedere tutte le profezie hanno un fondo psicologico ed astronomico, collegando i fenomeni celesti ai cambi dell’umanità. Ma quello che piú sorprese gli scienziati e gli storici della nostra epoca é la precisione con la quale si anticipano nelle profezie fenomeni cosmologici realmente avvenuti e con totale precisione. Anche fenomeni ancora poco conosciuti dalla nostra scienza moderna....

“L’ultimo Katum, che loro hanno denominato “il tempo del non tempo”, sarebbe cominciato nel 1992 del nostro calendario, in seguito ad un eclisse di sole che questa cultura aveva pronosticato l’11 luglio 1991 e che si è compiuto puntualmente. Per i Maya si tratta di un periodo di transizione, caratterizzato da profondi cambiamenti cosmici, tellurici e storici. È curioso osservare che a settembre del 1994 si sono verificati forti perturbazioni nel magnetismo terrestre, con alterazioni importanti nell’orientamento degli uccelli migratori e dei cetacei insieme al funzionamento dell’aviazione.”

“Un’altra data importante delle profezie Maya è stata l’eclisse totale di Sole dell’11 agosto del 1999, che si verificò anch’essa puntualmente. Secondo il Chilam Balam –un libro sacro Maya- sette anni dopo l’inizio dell’ultimo Katum (1999), inizierebbe un’era di oscurità e le convulsioni della Terra –scosse, uragani, eruzioni vulcaniche – aumenterebbero sensibilmente. L’11 settembre del 1999, solo un mese dopo questa eclisse, una misteriosa esplosione proveniente dallo spazio eclissò per ore la luminosità di alcune stelle. Le radiazioni di onde radio, raggi gamma e raggi X moltiplicarono la loro intensità di 120 volte. Astronomi come Richard Berendzen e Bob Hjellming, dell’Osservatorio Radioastronomico del Nuovo Messico (USA), classificarono questo fenomeno come un enigma “degno di un’accurata investigazione”.

Il raggio e la fiammata raggiante”

Le citazioni sono tratte dal sito qui indicato:

https://www.giorgiobongiovanni.it/scientifiche/744-la-scienza-conferma-la-profezia-maya.html

Sorprende quindi il livello conoscitivo e tecnologico di questa società, che sempre di piú affascina studiosi di tutto il mondo.

Per concludere, tutti sappiamo che a fine dicembre del 2012 non successe niente di catastrofico e forse neanche (ed aggiungerei purtroppo) nessun cambio a livello sociale: l’umanità continua inesorabilmente verso il baratro dell’autodistruzione senza far caso ahimé agli avvertimenti degli antichi e saggi Maya....

La civiltà dei SUMERI

Il ritorno degli Anunnaki, i nostri padri fondatori...

... PROSEGUE DA ARTICOLO DA SEZIONE : "DEI ANUNNAKI" ...

I Sumeri e gli studi astronomici...

 

La cultura sumera é difficilissima da interpretare per il fatto che non è dotata di un alfabeto fonetico come qualsiasi altra civiltà (la nostra compresa), ma composta di caratteri cuneiformi. Poche persone al mondo sanno tradurre quei simboli. 

Zecharia Sitchin, dopo aver decifrato le tavolette dei sumeri, disse che questo popolo aveva avuto contatti con gli extraterrestri e che improvvisamente li fecero diventare la civiltà più avanzata Apparve la forma di scrittura cuneiforme  ed i Sumeri acquisirono da subito un’impressionante conoscenza astronomica, creando tra l’altro l’agricoltura e l’allevamento del bestiame, inoltre formarono le prime strutture sociali nella civiltà che sono arrivate ai nostri giorni (esempio le tasse e il mutuo soccorso) Costruirono acquedotti, ponti, ziqqurat enormi e furono particolarmente evoluti in campo medico chirurgico. Alcuni scienziati sono però totalmente in disaccordo con Zecharia Sitchin e affermano che le sue teorie si basano su un’errata interpretazione. 

 

Tuttavia si capì che la conoscenza astronomica dei Sumeri fu tra le più accurate e precise. I loro calcoli sono attendibili e validi ancora oggi. I calcoli matematici accurati, l'uso della geometria applicata, la suddivisione dell'anno in 365 giorni e della giornata in 24 ore, appartengono proprio a loro e li usiamo tuttora oggi in tutto il mondo. 

 

Essi calcolarono inoltre le orbite ellittiche dei pianeti e le distanze celesti con un'accuratezza che ancora oggi, le agenzie spaziali confermano. Calcolarono anche che ogni 3600 anni il dodicesimo pianeta, il più lontano della nostra galassia, tornasse vicino alla Terra. Stiamo parlando di Nibiru... 

Stiamo parlando del Planet X come lo definisce la Nasa, la quale lo osserva da anni senza far trapelare troppe notizie. 

L'uomo scoprì Plutone e Nettuno sul finire del 1800 e nel 1930.

In tavolette sumere rinvenute nell'attuale Iraq, in questi ultimi anni, è risultato che i Sumeri ne sapevano l'esistenza già 5,000 anni fa! 

Secondo recenti studi, l'interconnessione gravitazionale che Nibiru avrebbe con l'avvicinarsi alla Terra, creerebbe eventi catastrofici che con molta probabilità devasterebbero il nostro mondo provocando la nostra estinzione. Come molte estinzioni avvenute in passato, però poi la vita risorgerebbe gradualmente. 

Capite il nesso? 

L'essere umano odierno è comparso dopo cataclismi ed estinzioni di altre razze precedenti. Il cerchio si chiude. La storia, il tempo, lo spazio sono ciclici. 

 

PER  CONCLUDERE :

SE LA PRESUNZIONE UMANA NON CI ELIMINERÀ, CI PENSERANNO GLI DEI ANUNNAKI E NIBIRU... 

La fine del mondo...

da EARTH LIVE 2.0

Gli Antichi Profeti della Bibbia e i 4 cavalieri dell' Apocalisse

 

La religione cristiana è basata sulla Fede monoteista in unico Dio creatore e giudice.

E' una lunga raccolta di testi vari scritti da Profeti, evangelisti, discepoli di Cristo che vissero prima e anche molto dopo di Lui. 

Le modifiche a tali testi furono apportate svariate volte nel corso della storia da preti, amanuensi fino al medioevo. Ovviamente nessuno può stabilire la fedeltà di trascrizione alla lettera, come nessuno può stabilire se è come vennero arricchiti o mutilati da coloro che nei secoli ricopiavano e facevano appunto copie della Bibbia. Stiamo seriamente parlando di un tempo ovviamente dove stampanti, copisteria e case editrici non esistevano. 

I più grandi Profeti dell'antico testamento che narrarono la fine del mondo furono:

Ezechiele, Daniele, Isaia, Geremia, Mosè.

Essi avvisarono l'umanità sulla fine del mondo programmata da Dio per punire l'uomo e i suoi peccati. Nelle Rivelazioni e Apocalisse viene dichiarato tra le tante profezie che dalla distruzione finale verranno risparmiati solo 144,000 "giusti". 

Persone buone, corrette, pure. Nella numerologia la somma 144,000 equivale a 9 che è la moltiplicazione di 3x3, numero sacro cristiano che indica la santa Trinità ovvero il Padre creatore, il Figlio e lo Spirito Santo. 

L'Apocalisse porterà sofferenze: sete, fame, inondazioni, terremoti. Le terre saranno invase dalle locuste, il mare diventerà rosso sangue, il firmamento collasserà sulla terra... 

 

In Genesi, Ezechiele scrisse che prima della fine dei tempi tornerà la vita nel mar Morto... 

Questa strana coincidenza è ora confermata da alcuni scatti del fotografo naturalista Noam Bedein, cercateli sul web... 

Cito sempre dal libro di Ezechiele un passo saliente... 

 

"... Io guardai, ed ecco venire dal settentrione un vento di tempesta, una grossa nuvola con un globo di fuoco che spandeva tutto all’intorno d’essa uno splendore; e nel centro di quel fuoco si vedeva come del rame sfavillante in mezzo al fuoco. 5 Nel centro del fuoco appariva la forma di quattro esseri viventi; e questo era l’aspetto loro: avevano sembianza umana. 6 Ognuno d’essi aveva quattro facce, e ognuno quattro ali. 7 I loro piedi eran diritti, e la pianta de’ loro piedi era come la pianta del piede d’un vitello; e sfavillavano come il rame terso. 8 Avevano delle mani d’uomo sotto le ali ai loro quattro lati; e tutti e quattro avevano le loro facce e le loro ali. 9 Le loro ali s’univano l’una all’altra; camminando, non si voltavano; ognuno camminava dritto dinanzi a sé. 10 Quanto all’aspetto delle loro facce, essi avevan tutti una faccia d’uomo, tutti e quattro una faccia di leone a destra, tutti e quattro una faccia di bue a sinistra, e tutti e quattro una faccia d’aquila. 11 Le loro facce e le loro ali erano separate nella parte superiore; ognuno aveva due ali che s’univano a quelle dell’altro, e due che coprivan loro il corpo... "

Tecnicamente se riflettiamo le cause di tutte queste punizioni potrebbero essere o l'idiozia umana, oppure una serie di cataclismi provocato dall'esterno da un meteorite ad esempio. Oppure dagli Dei Sumeri. Quelli che la BIBBIA li definisce i 4 cavalieri dell'Apocalisse, potrebbero coincidere con gli Dei Sumeri che ritornano, visto la traduzione è : "figli del cielo". 

Da sempre studiosi cercano di trovare conferme nel quotidiano di segni di un'imminente fine per l'umanità. La Bibbia è un insieme di testi collegati molto complessa da capire. 

APOKALYPSIS significa rivelazione, togliere il velo, rendere chiaro, mettere qualcosa che prima era oscuro alla luce.

 

Nel nuovo testamento invece troviamo un importante riscontro di questo tema in Giovanni. 

Particolarmente inquietante è la parte delle piaghe e l'avvento dei quattro cavalieri dell'Apocalisse secondo il vangelo di Giovanni, unico fra i dodici discepoli a non essere stato ucciso per la sua fede.

Il suo libro ci parla di futuro ma anche del presente, parla apertamente di due destinazioni finali per l'uomo: l’inferno e il cielo. CI parla di terribili giudizi sulla terra. L’Apocalisse offre una speranza futura a tutti i credenti... 

Coloro invece che non saranno degni per aver condotto una vita di menzogne, violenza e senza fede, finiranno all'inferno. Moriranno tutti, giusti e cattivi, ma i primi vivranno per sempre nella grazia insieme a Dio. 

 

I 4 cavalieri dell'Apocalisse: Essi simboleggiano nell'ordine la conquista militare (cavallo bianco, cavaliere con arco), violenza e stragi (cavallo rosso, cavaliere con spada), carestia (cavallo nero, cavaliere con bilancia), morte e pestilenza (cavallo verdastro)

San MALACHIA

... e le sue tremende visioni...

San Malachia di Armagh (1095 - 1148)

Fu abate e vescovo cattolico irlandese, titolare dell'arcidiocesi di Armagh. Fu proclamato santo da papa Clemente III, il 6 luglio 1190.

A lui si attribuiscono diversi miracoli, ma viene ricordato per i suoi versetti sulla fine del mondo. 

Egli scrisse "La Profezia sui papi" che è un elenco di 112 brevi frasi in latino che pretendono di descrivere il susseguirsi dei pontefici della Chiesa cattolica a partire da papa Celestino II (eletto nel 1143) e fino ad arrivare all'ultimo papa, descritto come "Pietro il Romano", il cui pontificato finirà con la distruzione di Roma e con il Giudizio universale.

 

Prima dei lavori di ampliamento della Basilica di San Paolo fuori le mura, si contavano 111 medaglioni, simbolo dei rispettivi pontefici che si susseguirono. 

Alcune teorie non avvalorate, vedono nell'abdicazione del 110ecimo papa Benedetto XVI, la prova che l'attuale Papa Francesco è e sarà il penultimo fra i papi. 

Altri studiosi affermano che invece è l'attuale Francesco l'ultimo Papa proprio per l'abdicazione del suo predecessore o per la scomparsa prematura che ebbe Papa Giuliani, ovvero Giovanni Paolo I (altro santo mistero Vaticano!) al quale non gli si può attribuire un vero e proprio pontificato in quanto morì improvvisamente in circostanze misteriose dopo solo 33 giorni di insediamento nel 1978.

Inoltre, il conteggio dei papi secondo San Malachia avviene dalla sua epoca verso il futuro e non dall'ordine iniziale di San Pietro, colui che istituì la Santa Romana Chiesa Cattolica per il volere diretto di Dio e fu eletto fra l'anno 30 e 33 d.C.

 

Ogni versetto descrive segni evidenti del susseguirsi delle caratteristiche di tutti i papi e diversi traduttori e storici ne hanno comunque riscontrato attitenza e caratteristiche di veridicità. 

L'ultimo è PETRUS ROMANUS ovvero Pietro il Romano, come il primo fra tutti. Una sorta di similitudine non solo fra i nomi, ma di simbolismo. Come il primo ricevette le chiavi del cielo e della terra, l'ultimo dovrà restituirle e chiudere per sempre il regno di Dio sulla terra. 

CITIAMO QUI DI SEGUITO IL VERSETTO:

 

" In persecutione extrema sacrae romanae ecclesiae sedebit Petrus romanus, qui pascet oves in multis tribulationibus; quibi transactis, civitas septis collis diruetur, ed Judex tremendus judicabit populum suum. Amen."

 

La traduzione è la seguente:

"Durante l'ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa, siederà Pietro il romano, che pascerà il suo gregge tra molte tribolazioni; quando queste saranno terminate, la città dai sette colli sarà distrutta, ed il temibile giudice giudicherà il suo popolo. E così sia."

Ovvio che al giorno d'oggi vi siano tanti motivi per la fine del mondo (il nucleare ad esempio, o i test segreti della Nasa su altri pianeti, o l'idiozia di agenzie paragovernative che conducono esperimenti folli) ma se eliminiamo ogni causa possibile NON religiosa, e ci limitiamo ad analizzare solo il crollo della Chiesa Cattolica, capiamo che questo potrà avvenire solo per due ipotesi:

Un'altra religione sconfiggerà per sempre quella cattolica e si insidierà essa come unica e fondamentale (potrebbe essere L'Islam o una più antica

 

Una verità universale accettata da tutti e inconfutabile, dimostrerà il contrario di tutto quanto appreso fino ad oggi in termini di creazione divina. Ad esempio la prova assoluta dell'esistenza degli Anunnaki, creatori dell'uomo e del mondo secondo gli scritti dei Sumeri. L'avvicinarsi del Pianeta X (Nibiru) rilevato effettivamente dalla Nasa, e previsto il suo arrivo nella nostra Galassia per il 2046, potrebbe essere la prova. 

 

3Banalmente, verremo distrutti da un asteroide o da noi stessi in una terza guerra mondiale o da eventi naturali catastrofici o da una pandemia. 

 

DI QUESTO ARGOMENTO POTETE APPROFONDIRLO NELL'ARTICOLO DEDICATO "DEI ANUNNAKI" 

 

Nel frattempo, la Chiesa ricorda i tempi antichi carichi di guerre e si prepara... 

Sapevate che il Vaticano con le sue ricchezze e il regime fiscale pressoché nullo, è lo stato più piccolo, ma più ricco del mondo? 

Possiede un servizio di intelligence e un corpo di sicurezza segreto e preparatissimo. Ha l'interconnessione con l'Interpol e i ministeri della Difesa e dell'interno italiani e non solo. Ha in dotazione un arsenale con le più recenti armi da fuoco. Si, proprio quelle. 

Non sto parlando del corpo delle guardie svizzere. Quello, nell'immaginario carnevalesco collettivo viene quasi deriso in quanto esse sono vestite a colori sgargianti in tutini rinascimentali. Nessuno immagina che oltre alla dotazione di uno "strano rosario" (che potrebbe essere un dissuasore-disturbatore capace di bloccare un aggressore), essi posseggono un'affilatissima alabarda (lancia alta 2 metri in grado di tenere a distanza e decapitare facilmente con un solo fendente) Ad essi viene affiancato un corpo di sicurezza paramilitare che ha in dotazione una scorta ingente di munizioni e di armi recenti usate da altre agenzie governative e private nel mondo della sicurezza. 

Mi riferisco a pistole semiautomatiche Glock e Sig Sauer, e fucili d'assalto Beretta ed Heckler & Koch. 

TUTTI A DIFESA POTREBBERO AFFERMARE CHE POTREBBERO SERVIRE PER DIFENDERE LA DIGNITÀ DELLA CHIESA DA ATTENTATI VERSO ESSA.

Essendo sempre più complottista, vedo in tutto ciò anche una velata minaccia a chi volesse fisicamente o digitalmente trafugare qualche segreto dagli ARCHIVI VATICANI. 

SI PERCHÉ PROPRIO LI SIGNORE E SIGNORI, OLTRE A TESORI DI INESTIMABILE VALORE, A TESTI TENUTI SCONOSCIUTI E GIOIELLI, SONO CONVINTO VI SIANO LE PROVE DELLA COSTRUZIONE DELLA RELIGIONE CATTOLICA E DEL FORMARSI DELLA NOSTRA SOCIETÀ. MA SOPRATTUTTO VI SONO I RISULTATI E PROVE SCOMODE AL VATICANO STESSO. 

Esiste il detto "Occhio non vede, cuore non duole", direi che l'amore non c'entra, ma c'entrano tante prove. 

Ovviamente se il Vaticano aprirà i suoi archivi completamente, di sicuro si preoccuperà prima di spostare altrove certi indizi scomodi... E non sono il primo ad affermarlo. 

 

I passi salienti...

Michel de Notredame o NOSTRADAMUS (1503 - 1566)

Biografia e studio di un saggio, colto e scaltro Profeta

 

Nostradamus visse in pieno Rinascimento, in un'epoca di forte spinta intellettuale, ma anche attorniato da guerre e pestilenze che incombevano in Europa.

Dopo oltre 4 secoli, la massa prova un rispetto e timore reverenziale nei suoi confronti e nei suoi scritti, divenuti famosi dopo la sua morte, grazie anche al lavoro di continuazione e divulgazione ad opera del figlio Cezar de Notre Dame, anche lui autore, pittore, astrolgo, ma meno rinomato del padre. Di origine umile ebrea, Nostradamus, quando il padre abbandonò il mestiere di venditore di cereali, a più riprese, studiò medicina ed erboristeria, astrologia, filosofia. Si interessò parecchio di politica, e viaggiò molto attraverso la Francia e in Italia dove conobbe Paracelso e Agrippa. Collaborò con la famiglia De Medici e come spiegherò in seguito, al suo ritorno in Francia, fu nominato  Consigliere personale del Re, all'epoca Carlo IX. Viene ricordato per i suoi trattati, le sue poesie, ma soprattutto per le profezie. 

Il suo sapere, la sua cultura non fu solo basata sugli studi. 

Il nonno Pietro de Notre-Dame, anch'egli medico e astrologo, discendeva dalla tribù ebrea di Isscar. Questa tribù si dice che si impossessò dei documenti rinvenuti nelle camere di iniziazione egizie, di tutte le formule geometriche, cosmologiche e algebriche usate in seguito nella Torah e nella costruzione del tempio di Salomone. Dopo la diaspora il sapere si tramandò  nei secoli fra queste famiglie, fino ad arrivare nelle mani di Nostradamus. Anche nella Bibbia vi è testimonianza del fatto che i discendenti di Isscar avessero speciali doti profetiche.

E nell'epoca in cui visse Nostradamus era ormai da tempo divenuta quasi una moda occuparsi di astrologia, scrivere calendari e versetti di buon auspicio, soprattutto per le casate nobiliari o reali.

Alcuni studiosi ipotizzarono che egli fu scaltro e che cavalcò l'onda della curiosità comune dell'epoca per il futuro. Tuttavia, sebbene alcune profezie non accaddero mai, alcune eclatanti si verificarono eccome ben oltre la sua morte. Profezie di un  nostro ormai passato, ma anche di un non troppo lontano futuro... 

Per diversi studiosi e critici, egli avrebbe predetto importanti eventi storici come la Rivoluzione francese, l'esplosione della bomba atomica in una guerra che dilagò in tutto il mondo (la II guerra mondiale) e addirittura spingendosi fino agli attentati dell’11 settembre 2001. Alcuni ricercatori intravedono la descrizione dell'attuale presidente USA Donald Trump.

Tutte queste sue predizioni sono contenute nel suo libro  che si chiama appunto "Le profezie"

Alcuni studi criticano il suo linguaggio oscuro ed enigmatico, dal momento che chiunque a posteriori potrebbe legarlo a qualunque evento storico rilevante, parafrasando, deducendo o alludendo con similitudini. Ad ogni modo i suoi scritti, elaborati in quartine in rima, restano affascinanti e misteriosi, in quel francese rinascimentale che li caratterizza. Alcune predizioni accaddero mentre lui era in vita e fu da lì che acuì prestigio presso famiglie illustri e nobili, ma anche fra la borghesia. 

La popolazione del suo paese natio Saint Remy de Provence , che lo venerava come un santo dopo la sua morte, fece della sua tomba un luogo di pellegrinaggio. Si ritiene che il suo feretro sia successivamente stato profanato durante la Rivoluzione francese e che egli tenesse in mano una tavoletta con incisa la data della violazione della sua tomba e alcuni anatemi rivolti al violatore. Questo sciacallo sarebbe poi stato trovato morto il giorno dopo il suo crimine.

Ora i suoi resti riposano a Salon de Provence. 

 

ANALISI delle Profezie di Nostradamus

Delle mille quartine (poesie di quattro versi) scritte in francese, che formano le supposte predizioni per le quali oggi è famoso, le quartine effettivamente pubblicate furono tuttavia 942. Per il timore di rendersi vulnerabile ai fanatismi religiosi, egli oscurò i suoi versi utilizzando giochi di parole e vari linguaggi insieme, come il provenzale, il greco, il latino, l'italiano, l'ebraico e l'arabo... 

Seppur con meno fama, anche il figlio Cezar de Notre Dame, proseguì in parte il lavoro del padre. Nel XXVII secolo, invece, un autore sconosciuto scrisse o meglio, disegnò le Vaticinia Michelis Nostradami de Futuri Christi Vicarii ad Cesarem Fiulium, una raccolata di disegni raffiguranti il susseguirsi dei Papi con indicazioni di caratteristiche, fino all'ultimo Papa, un po' come fece San Malachia di Armagh

(ARTICOLO DEDICATO PRECEDENTE)

 

Come già detto, alcune visioni di Nostradamus possono sembrare eccentriche e visionarie e fortunatamente non accaddero, ma altre invece si... come l'assassinio dell'ex presidente John Kennedy e di Martin Luther King.

Ne analizzeremo insieme  qualcuna. 

 

1) 

"Il leone giovane, il vecchio vincerà. Il campo bellico, per dolore singolare. In gabbia d’oro, gli occhi gli salteranno delle forze in combattimento una rimarrà, l’altra morrà di morte crudele"

 

Con questa accurata predizione della morte del re francese nel 1559, Nostradamus accrebbe la sua notorietà durante il periodo in cui era ancora in vita. Il re Enrico Ii morì dopo dieci giorni di agonia per le ferite al collo e all'occhio dovute alle schegge di legno in una gara al singolar tenzone. Accadde così :

Nell’estate del 1559, Enrico II re di Francia (il vecchio leone) stava giostrando per festeggiare il matrimonio di sua figlia Elisabetta con il re di Spagna. Durante il torneo venne ferito da Gabriele I di Lorges, conte di Montgomery (il giovane leone), di sei anni più giovane. Riportò gravissime ferite e morì. Anzichè essere accusato di maleficio, Nostradamus venne guardato con riverenza.

 

2)

In una delle sue quartine Nostradamus fa riferimento al settimo mese dell’anno 1999. Molti vedono la data come l’annuncio della fine del mondo, per altri il riferimento è all’inizio della persecuzione su vasta scala del Falun Gong in Cina. "

"L’anno 1999, il settimo mese, Dal cielo verrà un gran re del terrore, Risusciterà un grande re di Angolmois, Prima e dopo Mars regnerà, per portare la felicità"

Il 20 luglio 1999 (L’anno 1999, il settimo mese) Jiang Zemin, allora leader del Partito Comunista Cinese (Pcc), ha lanciato una brutale campagna di repressione per eliminare il Falun Gong, una antica pratica di coltivazione spirituale basata su verità, compassione e tolleranza, praticata in quell’anno da 100 milioni di persone in Cina.

Ancora oggi l'efficienza della censura cinese, non fa stabilire la giusta entità delle sofferenze impartite dal governo e sulla cifra ufficiale dei  morti.

 

3)

Per i sostenitori delle profezie del veggente francese, nei suoi scritti sarebbe presente anche l’ascesa al potere di Hitler, esposta nelle seguenti due quartine.

 

"Dalle profondità dell’Europa occidentale,

Un bambino piccolo nascerà dalla povera gente,

Colui che con la sua lingua sedurrà una grande truppa;

La sua fama aumenterà verso il regno dell’est"

 

Nato in una famiglia disagiata, (Un bambino piccolo nascerà dalla povera gente) Hitler riuscì comunque a farsi largo nella politica grazie alle sue capacità oratorie, che poi utilizzò per persuadere il popolo tedesco a seguire i dettami nazisti (Colui che con la sua lingua sedurrà una grande truppa). Tra i suoi alleati nella Seconda guerra mondiale, oltre l'Italia fino al 1943, vi era il Giappone (verso il regno dell’est o Sol Levante)

 

E il nostro futuro cosa ci riserverà?

ULTIME INTERPRETAZIONI DI NOSTRADAMUS

 

Di recente, alcuni studiosi hanno interpretato delle attinenze al alcuni versetti riguardanti il rogo della Cattedrale di Notre Dame a Parigi, dove Francia e Italia (cattolicissime) rimasero attonite alla visione di quel disastro, opera di Satana o attibuendo colpe all'Islam. Finora nulla è provato con estrema certezza.

 

"La testa di Ariete, Giove e Saturno. Dio eterno, quali cambiamenti ci aspettano? Dopo un lungo secolo il male ritornerà. Francia e Italia, quali emozioni subirete?"

Il reale avvenimento della congiunzione astrale rarissima (ogni 100 anni) fra appunto Giove e Saturno con la costellazione dell'Ariete dell'estate scorsa, sommata allo sbigottimento delle due nazioni cattolicissime difonte alla visione del  rogo della Cattedrale famosissima.

 

Sconvolgente sono anche gli studi annunciati in Francia ed in Russia su come il 2019 terminerà con un conflitto mondiale che durerà per molti anni. Stando ai ricercatori, in una delle quartine sarebbe proprio scritto che la prossima guerra avverrà molto presto. Da un lato si associeranno Europa e Stati Uniti contro Russia o Cina.

Tecnicamente potrebbe trattarsi del braccio di ferro economico che i primi due stanno affrontando contro i colossi orientali per contrastare la loro crescita econominica smodata. Sappiamo tutti qualcosa a riguardo sulle politiche dei dazi e gli embarghi che l'occidente sta facendo contro l'oriente per contrastarlo. Speriamo che tutta questa tensione non sfoci poi in una guerra vera e propria, altrimenti sarebbe la fine.

Nostradamus inoltre afferma che un corpo celeste precipiterà sulla Terra dilaniandola, e anche ciò fa da eco alle dichiarazioni NASA, le quali affermano che nei prossimi decenni avremmo altissime possibilità di essere colpiti. O si tratta della predizione dell'avviciniarsi di Nibiru, come avevano già calcolato i Sumeri?

Tutto sembra tornare in effetti. Il risultato è che questo pianeta è destinato ad essere sconvolto da devastazioni cicliche, con terremoti, alluvioni e l'attuale surriscaldamento globale che ne determina la scintilla d'inizio...

" Da un luogo di carestia verrà il sollievo. L'occhio del mare, come un cane avaro a darà olio e l'altro grano "

 

" Il monte Aventino brucerà nella notte: il cielo si oscurerà nelle Fiandre: quando il monarca inseguirà suo nipote, i membri della Chiesa causeranno scandali "

 

Qui l'attinenza pare essere ai continui scandali di pedofilia della Chiesa Cattolica nel mondo. Poi Nostradamus, come per le profezie precedenti di San Malachia e quelle future di Fatima (CAPITOLO SUCCESSIVO) vede la fine della Chiesa e l'uccisione del Papa. L'ultimo Papa, che potrebbe essere l'attuale Bergoglio (nero non di carangione, ma poichè latinoamericano)

In effetti, nel corso di un'udienza papale del 1909 (ancor prima delle rivelazioni Fatima), l'allora pontefice PIO X cadde improvvisamente in uno stato di trance. Ridestandosi poco dopo, disse turbato:

Ciò che ho veduto è terribile! Ho visto il PAPA fuggire dal Vaticano camminando tra i cadaveri dei suoi preti. Si rifugerà da qualche partein incognito, e dopo una breve pausa, morrà di morte violenta"

Le profezie accennano quindi alla fine della religione cristiana, a cataclismi, a grande sofferenze. Eppure qualcuno graziato, sopravviverà per ricostruire una nuova e piu' giusta civiltà.

In alcune quartine parla di un futuro dove ci saranno progressi magnifici in campo medico e la gente vivrà fino a 200 anni.

" Dopo l'invenzione di un nuovo motore, il mondo diventerà com'era prima della creazione di Babele"

 

Personalmente concludo rompendo il ghiaccio e smorzando con un po' di ironia: Spero proprio che nessuno inventi il modo di vivere fino a 200 anni, perchè poi i governi faranno in modo di far lavorare i popoli fino a 160/170 anni !!!

 

 

I Segreti di Fatima

e le apparizioni della Beata Vergine Maria come monito per l'umanità 

Fatima, una piccola cittadina al centro del Portogallo, sede dell'omonimo Santuario, meta di costanti pellegrinaggi come a Santiago de Compostela e Medjugorie.

CORREVA L'ANNO 1917

L'Europa era dilaniata dal primo conflitto bellico su scala mondiale. La guerra non accennava ad estinguersi e per la prima volta nel susseguirsi dei secoli, vennero usate armi tecnologiche potenti, armi di distruzione di massa come i gas tossici e vennero meno le regole d'onore di ingaggio militare del passato. Si crearono i primi campi di tortura e prigionia. I milioni di morti in Europa per la guerra, si sommavano ad altri milioni avvenuti per l'epidemia dell'influenza "spagnola", una sindrome gravissima con indici di mortalità elevatissimi.

In un contesto epidemico paragonato alle pestilenze del passato, alla moria per l'estrema povertà di molte persone, alla guerra mondiale che perdurava con conseguente crisi economica mai registrata, a partire dal 13 maggio 1917, la Madonna apparve a tre fanciulli poveri e innocenti. 

 

I pastorelli erano i bambini Lúcia dos Santos di 10 anni, Francesco Marto di 9 anni e Giacinta Marto di 7 anni. 

Francesco e Giacinta morirono due e tre anni dopo proprio di influenza spagnola. 

Lucia crebbe e prese i voti. 

Scrisse e conservò segretamente il resoconto delle apparizioni e i messaggi che la Madonna anni prima aveva riservato a loro tre per tutta l'umanità. 

Li suddivise in tre lettere.

Le prime due parti del segreto furono rese pubbliche da Pio XII nel 1942, in occasione della consacrazione del mondo al Cuore Immacolato di Maria. La terza parte del segreto venne poi scritta da suor Lucia il 3 gennaio 1944, per essere poi affidata in busta chiusa al vescovo di Leiria, che la consegnò a Pio XII. Il terzo segreto avrebbe dovuto essere letto e rivelato solo dopo il 1960, ma il Papa Giovanni XXIII, che lo lesse nell'agosto del 1959, ritenne opportuno non rivelarlo. La stessa decisione fu presa da Paolo VI, che lesse il testo nel 1965. Invece Giovanni Paolo II, il 13 maggio 2000, in occasione della beatificazione di Giacinta e Francisco, annunciò di volerne divulgare finalmente il contenuto al mondo. 

Vi lesse nell'attentato subito anni prima il completamento andato storto della fine della Chiesa (sarebbe scoppiata una guerra religiosa in quanto l'attentatore Agca era musulmano) 

Benedetto XVI nel 2010 proprio in Portogallo davanti al luogo delle apparizioni disse: “Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa”

E con i giornalisti sul volo di ritorno spiegò: “Oltre questa grande visione della sofferenza del Papa, che possiamo in prima istanza riferire a Giovanni Paolo II, sono indicate realtà del futuro della Chiesa che man mano si sviluppano e si mostrano”

Benedetto XXVI fu l'unico Papa in seguito che si dimise dal suo incarico, fatto alquanto strano. 

Il terzo ed ultimo mistero venne poi divulgato e comunicato alla stampa. 

È molto lungo, cito la parte saliente finale... 

 

"Una grande guerra si scatenerà nella seconda metà del XX secolo. Fuoco e fumo cadranno dal cielo. Le acque degli oceani diverranno vapori, e la schiuma si innalzerà sconvolgendo e tutto affondando. Milioni e milioni di uomini periranno di ora in ora. Coloro che resteranno in vita invidieranno i morti. Da qualunque parte si volgerà lo sguardo, sarà angoscia e miseria, rovine in tutti i paesi. Il tempo si avvicina sempre più, e l' abisso si allarga senza speranza. I buoni periranno insieme ai cattivi, i grandi con i piccoli, i principi della Chiesa con i loro fedeli, i regnanti con i loro popoli. Vi sarà morte ovunque a causa degli errori commessi dagli insensati e dai partigiani di Satana, il quale allora, e solamente allora, regnerà sul mondo. In ultimo, quelli che sopravviveranno ad ogni evento proclameranno nuovamente Dio e la sua gloria e lo serviranno come un tempo, quando il mondo non era così pervertito".

In tutto ciò personalmente leggo analogie con San Malachia, ma continuo a pensare che tali lettere non furono mostrate in originale e che nuovamente il Sistema abbia modificato parte del contenuto per prevenire l'isterismo di massa. 

 

Di recente, altre parti del segreto sono venute alla luce con verità sconvolgenti, centellinate dalla buona vecchia censura Vaticana che a volere o no del Papa attuale, continua a decidere quali informazioni promulgare o meno, come molti scandali passati, venuti alla luce così lentamente negli anni in modo che ogni generazione non potesse trarne le fila...

Come il detto: "a forza di gridare attenti al lupo!"...

Tra le fila cardinalizie esiste la corruzione come in politica, e la bramosia di potere come in una riunione ai vertici di un'azienda. 

Il Monisignor Milingo anni fa affermò che a Roma è in Vaticano vi sono dei potenti Cardinali, seguaci di Satana che regolano il sapere che il Mondo può permettersi e tengono in scacco il resto dei loro "colleghi" purpurei utilizzando ogni mezzo. 

Studiosi accreditati vedono in tutto ciò riscontri e analogie con la fine della gravità terrestre, di terremoti, maremoti e cataclismi che inghiottitanno ogni casa, ogni città. 

Solo allora vedremo la luce della creazione che ci annienterà per sempre. 

 

QUELLA DI FATIMA CITATA È UNA FRA LE INNUMEREVOLI PROFEZIE APPARSE NEL MONDO NEGLI ULTIMI DUE SECOLI. NON DIMENTICHIAMO  QUELLE DELLA MONACA TEDESCA ANNA KATHARINA EMMERICH O QUELLE DEL 1846 DE LA Salette IN FRANCIA O LE 10 RIVELAZIONI DI MEDJUGORIE AD ESEMPIO. 

Fattosta che IO credo che fra tutti questi segnali dal passato che piano piano emergono in un mare di menzogne, un briciolo di verità esista e purtroppo o prima o poi pagheremo le conseguenze di come tutti noi, nessuno escluso, ci siamo comportati in vita su questa splendida Terra che gratuitamente ci siamo ritrovati ad occupare e rovinare...

 

 

 

I tre pastorelli

... e una parte del testo dell'incontro con la Madonna

Edgar Cayce (1887 - 1945) fu un sensitivo, chiaroveggente e taumaturgo americano, forse il più importante del '900

Edgar Cayce, il profeta "dormiente" tutt'oggi oggetto di studio.

 

Molti autori in questi ultimi decenni analizzano l'enorme quantità di materiale  lasciata da questo uomo straordinario. 

Un uomo che si dedicò al prossimo fino a sfinirsi ed avere un attacco di cuore. Fin da bambino, risultò diverso dai suoi coetanei. A 8 anni, a seguito della morte del nonno, riferì di essere in costante contatto con il suo spirito. Crescendo iniziò l'attività di fotografo, ma a 24 anni capì di doversi dedicare a capire il mondo e aiutare coloro che gli chiedevano sempre più  spesso aiuto e consigli. 

Durante quarant'anni di attività, rispose in chiave profetica a quesiti su astrologia, cura e medicina, reincarnazione, storia dell'umanità antica, visioni apocalittiche per il futuro. Tutto ciò senza aver intrapreso studi specifici in nessuna materia attinente. Predisse la II guerra mondiale  cinque anni prima che esplose. 

Egli soleva sdraiarsi su un divano e nel giro di pochi minuti cadeva in trance sbattendo gli occhi. Una stenografa iniziò a trascrivere tali sedute, raccogliendo e più di 14,000.

Grazie alla sua abilità, divenne sempre più popolare e viveva delle libere offerte di chi lo consultava. Al suo risveglio da questo stato catalettico profondo, non ricordava assolutamente niente, ma ne usciva sempre molto stanco e provato. Si promise di accettare al massimo due visioni quotidiane, ma durante la II guerra mondiale, si spinse fino a otto al giorno a volte fino ad esaurirsi. 

Molti testimoni affermano di aver risolto patologie nervose e malattie autoimmuni grazie ai suoi consigli di abitudini alimentari. Altri guarirono da traumi e ferite considerati spacciati dalla medicina ufficiale. (A suo sostegno vi fu il famoso dottor Wesley Ketchum) 

Per tutta la vita, visse e si comportò umilmente. Mai si definì un profeta: era persuaso che tale dono fosse latente in ogni essere umano. Questo dono divino  è mascherato ai più per via dell'egoismo e la bramosia di potere. 

Nel 1931 fondò la ARE, un'associazione con lo scopo di esplorare la spiritualità personale, il karma e la reincarnazione. Tale ente accoglie i problemi di salute mentale, psichica e fisica con i relativi disagi connessi. Promuove la terapia olistica ed è attiva in ben 37 paesi nel mondo. Ripeto, fu un uomo straordinario e amato da tutti. Ebbe l'appoggio della moglie e dei suoi figli da grandi, che promossero gli sforzi del padre, affinché il mondo ne venisse a conoscenza. 

Per chi volesse approfondire... 

www.edgarcayce.it

Putroppo la scienza ufficiale come ha sempre fatto segue i suoi canoni e le sue leggi. Se non comprende o scredita o semplicemente non tiene in considerazione qualcosa che non riesce a spiegare. 

Vi sono anche controversie su alcuni visioni revisionistiche di Cayce relative al nostro passato, e una visione catastrofica del futuro dovuto a fenomeni naturali. 

Egli descrisse acutamente l'esistenza, l'alba ed il tramonto della civiltà Atlantide a, di cui dichiarò essercene le prove nella stanza dei registri, un'enorme camera nascosta sotto la zampa della Sfinge. Egittologi affermati, seppur col piede di piombo per evitare ripercussioni sul loro lavoro, hanno dimostrato che a qualche decina di metri sotto le zampe della Sfinge, vi siano delle camere NON vuote a detta degli strumenti di analisi, ma che ancora non è stato trovato un modo per accedervi e raggiungerle. (così per ora ovviamente si vuol comunicare al mondo...) 

A detta di Edgar Cayce, Atlantide esistette veramente e le prove furono nascoste a causa della strabiliante ma altrettanto pericolosa tecnologia avanzata di cui godeva. E nel frattempo noi oggi ci godiamo l'ammissione revisionistica umile e cauta di egittologi che affermano che la società egizia non durò 5,000 anni, ma iniziò più di 30,000 anni fa. Una prova la si trova presso il museo Egizio di Torino, dove la traduzione dei frammenti di un papiro, rivelò poco tempo fa un elenco di centinaia di faraoni antecedenti a quelli conosciuti fino ad ora. Tempi così antichi nei quali il fiume Nilo attraversava il Sahara per poi ridiscendere e sfociare nell'atlantico. 

Edgar Cayce si sforzò di far capire al mondo che l'uomo potrebbe capire il suo vero passato per migliorare il suo futuro, ma continua a commettere errori per la sua indole egoista, falsa e corrotta. 

Parlò anche in molte sue visioni di come questa Terra nel XXI secolo si ribellerà, invertendo i poli magnetici. Tutto ciò causerà una serie di cataclismi che porteranno terremoti, eruzioni vulcaniche e relative tribolazioni dell'essere umano. Ma anche quando moriremo, se meritevoli, ci reincarneremo in altri individui più evoluti, altrimenti  in condizioni peggiori. 

Per chi fosse interessato ad approfondire e scoprire se vi sarà la salvezza, lasciamo un link interessante... 

http://www.edgarcayce.it/le_profezie/la_nascita_dolorosa_di_unera_dorata_ssc_793.htm

 

 

 

Documentario di History Channel

Caricato da Altra Realtà Team

🔉 CONCLUSIONI 🔉

Il dibattito sul destino dell'umanità continuerà ad animarsi sempre. Nel XIX e XX secolo si è arricchito di nuove visioni di veggenti e Profeti, ognuno dei quali prefissò una serie di eventi prima della fine dei tempi. 

 

La Natura, il tempo, la vita, tutto è determinato da eventi ciclici. Possiamo solo accettare il fatto che o l'uomo si distruggerà con le proprie mani, oppure sarà l'intervento della Natura o di qualche Dio a pensarci. 

Non sappiamo quando, possiamo solo aspettare perché forse tutto è già scritto e ogni civiltà percorre sempre lo stesso ciclo: nascita, crescita, apice, declino, distruzione. In attesa di una nuova rinascita e... 

Si ricollega all'articolo INFINITO

 

Simone Merlo  /  Gabriele Sales

settembre 2019