MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

ATLANTIDE. Il tempo sta trasformando un mito in una realtà

2013. Un altro tassello di un "mito" che si sta lentamente dimostrando vero

Dal canale Pianeta Oscuro

ATLANTIDI, NOSTRI ANTICHI PARENTI

 

Più storici ed antichi descrissero civiltà che comandarono l'allora mondo conosciuto. Ce ne siamo dimenticati? Eppure tutti le abbiamo studiate... L'ascesa e la caduta di imperi, condotti da illustri che immaginavano un mondo unico, governato da leggi e dalla cultura. Nel Mediterraneo si affacciarono gli Egizi, Alessandro il Grande, l'impero Romano. 

Ma prima? 

Platone nei suoi scritti il Timeo e Crizia, descrive un'antica civiltà evoluta molto potente ed organizzata che dominò il mediterraneo. Ne descrisse la vita quotidiana, le leggi, la suddivisione delle regioni ognuna comandata da un re, e la capitale, con buona accuratezza di dettagli. Egli scrisse che ciclicamente la terra vive epoche di distruzione dovute a terremoti e diluvi e che fu per questo motivo che in un giorno ed una notte Atlantide venne inabissata per sempre dalle acque. 

Il mito di Atlantide nel Medioevo e Rinascimento venne quasi del tutto dimenticato. Solo in tempi moderni, ritrovò interesse da parte di una comunità di studiosi che a tutto campo, fino ai giorni nostri hanno condotto ricerche e sviluppato varie ipotesi. L'uomo è da sempre affascinato dal mistero, ma altrettanto dalla fama e dalla ricchezza data dal poter mettere le mani su tesori perduti, ma sopratutto da possibili tecnologie antiche che potrebbero implementare quelle attuali...

Nel 1968 per puro caso nei fondali delle Bahamas vennero rinvenuti resti megalitici di una città antica e subito a gran voce si ipotizzò fossero i resti di Atlantide, ma da allora nessuno confermò tale ipotesi e le ricerche furono abbandonate (o così venne comunicato) A supporto di tale tesi rimangono la scoperta di piramidi nei misteriosi fondali del triangolo delle Bermuda, famoso per aver inghiottito decine di aerei e navi. 

Altro esempio risalente agli anni '90, fu lo scalpore dalla scoperta nel mar del Giappone della città sommersa di Yonaguni, definita nuovamente come la nuova atlantide... 

 

 

 

Secondo Platone 11,600 anni fa una civiltà avanzatissima scomparve a seguito di eventi catastrofici. Questi eventi corrispondono da esami e datazioni allo scioglimento dei ghiacci dopo l'ultima glaciazione che innalzò gli oceani ed i mari a seguito del l'inversione magnetica dei Poli, la stessa che alcuni scienziati affermano sia cominciata nuovamente in questi anni...

MINIMO e MASSIMO SOLARE

Scienziati di tutto il mondo annunciano che ciclicamente il nostro Sole, fonte della vita sul nostro pianeta, cambia intensità di luminosità, emette più o meno onde verso di noi e di conseguenza influisce sul clima. Secondo recenti teorie il problema del surriscaldamento globale non è causato solo ad opera della sovrappolazione e della nostra cattiva condotta, ma è il risultato lento del massimo solare avvenuto verso la fine degli anni 50. Stiamo entrando nella fase calante per cui nei prossimi decenni dovremmo aspettarci una inversione di tendenza con temperature più rigide in media. 

Fatta questa premessa, si può presumere come con cambiamenti climatici duraturi nel tempo, abbiano portato a terremoti, maremoti, innalzamento degli oceani ed estinguendo quindi civiltà antiche.

Il mito di Atlantide giunge fino a noi da millenni di ricerche e di studi con tante ipotesi, tante piccole prove ma ma mai nessuna determinante. 

Si sono scandagliati gli oceani con ogni sorta di strumentazione. 

Se prima o poi risultasse la prova definitiva che sia esistita una civiltà così avanzata antica di tre volte tanto quella egizia che ad oggi per noi risulta "antichissima" , allora la Storia, le religioni, la scienza tremerebbero. 

Tutto nuovamente verrebbe messo in discussione. E certi poteri consolidati non amano essere "scossi" 

E questo ovviamente è il rovescio della medaglia della parte entusiasta della scoperta in sé. 

 

Tra le decine di ipotesi, una fra le più accreditate, è di collocare Atlantide fra la Sardegna e la Spagna per i seguenti motivi: il Mediterraneo da sempre è stata la culla di civiltà emergenti e particolarmente evolute con culture molto profonde. È morfologicamente un territorio che è stato soggetto a mutamenti geologici (pensiamo ai vulcani, alle placche che formarono le Alpi). Le colonne d'Ercole anziché individuarsi nello stretto di Gibilterra, avrebbero potuto essere la distanza un tempo minima di quella attuale, che separa L'AFRICA dalla Sicilia. 12,000 anni fa quindi gli Atlantidi avrebbero potuto dominare le culture ancora acerbe del mediterraneo. In un'epoca lontanissima, Atlantide avrebbe gettato le basi prima di inabissarsi, di altre civiltà. D'altronde la forma dei paesi che si affacciano nel mediterraneo, dimostrano come un innalzamento ed abbassamento dei mari, abbia disperso ampie zone di terra. Nel mediterraneo sono presenti diversi vulcani sommersi ad esempio. La stessa città di Venezia, nonostante i tentativi del progetto Mose, è destinata ad inabissarsi per sempre nei prossimi due secoli. Inoltre l'entroterra sardo é costellato di Nuraghe, costruzioni imponenti risalenti a 2,000 anni prima di Cristo. Ve ne sono circa 7,000 e sono patrimonio UNESCO.

IPOTESI 1 ATLANTIDE FU NEL MEDITERRANEO

Your MediaExtra intervista a Mauro Biglino

Altra ipotesi che dal XIX secolo viene ancora apprezzata, é di collocare Atlantide nell'oceano atlantico. In tempi remoti quando i continenti si separarono da un'unica massa, Atlantide faceva da collegamento fra le Americhe e l'Africa. Picchi delle isole Azzorre paiono sostenere la tesi che al di sotto vi sia un continente sprofondato. Platone descrisse come gli Atlantidi, geni, costruttori, inventori sapienti, ad un certo punto deviarono inventando magie oscure. Le loro città vennero dilaniate dalla corruzione e da lotte intestine per il potere. Fu così che vennero puniti dagli dei che scatenarono il diluvio universale.

SEGRETAMENTE LA RICERCA CONTINUA

 

Ancora oggi, di tanto in tanto saltano fuori nuove ipotesi, tracce ed idee da ricerche marine private di mappatura (google ocean) ma anche da gruppi di scienziati foraggiati dai Governi, e immagino anche altri gruppi del Sistema degli illuminati e del loro governo ombra.

Di sicuro come accennavo precedentemente, prima di rendere pubblica una scoperta eventuale del genere, credo che i poteri forti ci pensino un bel po'. Essa potrebbe dare ulteriori spiegazioni sul nostro passato da cui deriviamo anche a livello genetico, ma potrebbe porre fine nella fiducia ai Governi e alle Religioni. 

Atlantide prosperò con tecnologie avanzate migliori delle nostre attuali. Ciò non è strano se si pensa a tutti gli ooparts rinvenuti (ANACRONISMI di oggetti fuori luogo, trovati in siti archeologici che non potevano esistere in quelle epoche) 

Un pensiero interessante è quello secondo il quale non si inabissò in un giorno, ma nei giorni della devastazione, qualcuno riuscì a fuggire nascondendo le prove della loro tecnologia lontano nel mondo, e da lì fiorirono in seguito altre civiltà. Edgar Cayce, noto chiaroveggente americano, negli anni 30, durante un'autoipnosi profonda, dichiarò che tali prove e resti fossero sepolti a trenta metri sotto terra, sotto la zampa sinistra della Sfinge in Egitto. Lì da qualche anno, strumentazioni hanno rilevato la presenza di una nuova camera segreta, ma ancora non si è trovato il modo di raggiungerla. 

Atlantide non è un mito, molto probabilmente è esistita davvero. E le acque non furono il solo ed unico problema. Le acque cancellarono naturalmente delle tracce. Forse la realtà sulla distruzione di quella civiltà antichissima è da ricercare in altri termini. E qualcuno ha capito... 

 

 

Simone Merlo

agosto 2019