MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

Le regole del mondo chi le detta davvero? sotto sotto...

 

In questo sezione BENVENUTO è colei o colui che educatamente ami discutere sulle possibilità alternative, sulla ricerca della verità e che saggiamente cerchi di riconoscere il vero dal falso sempre e nonostante tutto. Bisogna abbattere le barriere mentali e i pregiudizi.

... INIZIAMO ...

Chiediamoci come mai nella realtà un volo da New York verso Lisbona o Londra ha lo stesso tempo di percorrenza.

Se si osserva un  classico mappamondo, le distanza sono ben diverse ( IMPLICHEREBBERO TEMPI DIVERSI DI VOLO ) mentre se si osserva una mappa azimutale piana, tale volo sulla cartina risulta pressochè uguale come distanza e infatti coincide con i tempi di viaggio...

 

"DUBITARE È UMANO, ANCHE SU QUESTIONI SCONTATE. CREDERE IN TUTTO È IDIOZIA O RELIGIONE"

 

SIMONE E GABRIELE

Mappa mondiale accurata di Urbano Monti, rinomato cartografo milanese risalente a fine '500, basata molto probabilmente sui viaggi di Marco Polo, Amerigo Vespucci e la cirucmnavigazione totale di Magellano che viaggiò per mesi attorno ai continenti. Un mondo certo, compreso e ovunque raggiungibile dall' uomo era un pericolo per la supremazia ideologica della Chiesa Cattolica. Fu forse da questi studi e sforzi che iniziarono i finanziamenti per la rivoluzione copernicana. Si doveva assolutamente imporre l'idea che l'uomo è un puntino insignificante rispetto a Dio, in una Terra e un universo mosso da leggi incomprensibili. Solo la religione poteva e doveva custodire la vera conoscenza...

Vecchie mappe contro tecnologia ICG moderna ma distorta...

Siamo sicuri che la tecnologia abbia sempre obiettivi di verità per le masse ?

Siamo sicuri che tale tecnologia non venga spesso impiegata per disinformare ?

Siamo sicuri che le antiche civiltà non possedendo la tecnologia attuale fossero imprecise nei loro calcoli, nelle misurazioni e nella tecnologia ?

... prosegue ...

Regione remota in Patagonia dove esisteva una civiltà di giganti. Curioso no? Il Pigafetta nelle missioni Magellano descrisse la stessa storia... (articolo dedicato: GIGANTI SCOMPARSI, sezione MISTERI dal Passato)

Cartina azimutale della CBS, programma radiofonico in onda tra gli anni trenta e quaranta. I maggior ponti radio d'epoca dove veniva trasmesso il programma educazione. Tutto ciò grazie agli Esperimenti di Guglielmo Marconi che anche lui, senza volerlo ebbe dimostrazione della TERRA PIANA (vedere articolo "Marconi e Piccard") Le onde radio all'epoca non potevano propagarsi senza i satelliti attuali se la Terra fosse un globo. La propagazione dei segnali viaggia con una tolleranza di pochi metri su un percorso retto.

Cartina azimutale proiezione polare degli anni '40 utilizzata durante la seconda guerra mondiale. Le rotte di volo (tracciate in rosso) sono pressoché rette come è logico che sia. È una elaborazione fatta durante il conflitto, per la qual cosa doveva essere accurata. I piloti dei cacciabombardieri, che andavano a bombardare o lanciare paracadutisti sorvolando paesi nemici, dovevano usufruire di una cartografia realistica.

CARTINE E MAPPE MODERNE USATE ANCORA OGGI

 

Vi è segretezza e assoluto riserbo sul tema dei percorsi aerei e le linee di volo. Però da alcune compagnie aeree trapela l'informazione che utilizzano cartine piane solo per " comodità "

Se fosse solo per comodità e semplicità nel calcolare distanze e rotte che senso avrebbe non calcolare i tragitti tenendo conto di una presunta sfericità terrestre con relativa rotazione e rivoluzione?

Cosa c'è dietro a tutto ciò ?

1892 La mappa Gleason in scala. Siamo ben oltre la rivoluzione "copernicana" o sbaglio?! Con solstizi ed equinozi, fusi orari ed equidistante. È una delle cartografie più precise mai realizzate.

( Prosegue da articolo "VOLI TRANSOCEANICI" )

 

Traduzione mappa di Gleason

 

" Nuova mappa del mondo così com'è "

 

Essa è una mappa inglese  ufficiale ed accademica del 1892 che spiega solstizi ed equinozi con indicazione ai lati del movimento del sole e della luna sopra la terra piana. Entrambi opposti in movimento retti in linea dal centro terrestre indicato dalla stella polare che è fissa. 

 

La mappa é ora esposta alla libreria nazionale della città di Boston e raffigura la Terra Piana con relative informazioni orarie sulle latitudini e longitudini. Essa indica inoltre come il "piccolo" Sole nella nostra atmosfera segua un percorso a crescere e decrescere sopra le nostre teste formando le stagioni. Esso segue un movimento a crescere e decrescere e si capisce che in base alle distanze e ai fusi orari, esso percorra circa 1,000 km ogni ora. 

Prima che ridiate a tali affermazioni, ragioniamo che l'uomo medio fino a inizio 1900 ha sempre creduto nella terra piana, nonostante da 300 anni la Chiesa e i suoi scienziati finanziati (Copernico lavorò ai calendari giuliani al servizio dell'allora Papa Leone X. GALILEO affermava il contrario poi rischiando la morte per la Santa Inquisizione, ritrattò le sue teorie... ) affermassero il contrario. Invece gli accademici, gli storici e gli astronomi fin dall antichità credevano nel geoentrismo.

Ai principi del '900 rischiava l'arresto in Inghilterra chi pubblicamente osasse parlare che la Terra fosse un globo in movimento.

Oggi lo sa e lo crede ancora l'élite del pianeta e alcune persone normalissime alle quali i conti non tornano osservando la natura attorno a noi. 

Immaginiamo che tutto fermo, fisso e stabile. È così pazzesco? Credo proprio di no anche perché se si analizza una mappa del genere, finalmente trovano senso le rotte aeree sempre dritte, le correnti e maree, l'alba e il tramonto.

Fa ridere? Fa preoccupare? Fa riflettere seriamente?

Chiediamolo ai geotecnici militari che usano solo mappe azimutali, alle intelligence o alla Nasa, la quale calcola la potenza e la traiettoria dei razzi basandosi su dati di terra piana e ferma. Anche i piani di volo delle compagnie aeree si basano su calcoli derivati da terra piana e mappe AZIMUTALI. Se fossimo un globo rotante vi immaginate le migliaia di voli che si incrocerebbero in ogni direzione a random con il movimento della terra e degli aerei stessi, che caos di incidenti avverrebbe nei cieli? Non ci credete? 

Chiediamolo ai piloti che per ore e ore in volo seguono sempre la livella dell' altimetro fissa e ferma e all'orizzonte difronte a loro e non vedono curvatura terrestre mai di nessun grado... Mai correggono in ribasso il viaggio abbassando il muso dell'aereo. In base ai dati ufficiali forniti dalla Nasa, su un semplice volo di distanza 1,000 km ci sarebbe un abbassamento dell'orizzonte di 785 metri! 

(Da Torino a Roma Capitale, l'orizzonte della superficie terrestre dovrebbe abbassarsi in maniera anomala. Se ragioniamo, Torino si erge di 240 mt sul livello del mare. Roma centro di soli 20 metri. In volo a 10,000 metri sopra Torino, guardando sulla livella altimetro Roma dovrebbe essere in negativo, come sepolta quasi 1000 metri sotto la linea d'orizzonte!)

Poi arrivò Einstein tra le due guerre mondiali, con deduzioni relativistiche, sovvenzionato e avvalorato da non si sa bene chi è come ma riuscì a convincere il mondo una volta per tutte del contrario. Da una Teoria relativistica sulla velocità della luce e sullo spazio-tempio,  il tutto venne esteso a descrivere il movimento terrestre nonostante nessuno lo avverta. Eppure ce lo insegnano e noi ci crediamo. Crediamo che il Sole è migliaia di volte più grande di noi e lontanissimo e noi non siamo altro che una  piccola palla che ruota a più di 1,500 km orari su se stessa e su  un asse inclinato non fisico ma immaginario. 

La diatriba sulla correttezza terra piana contro terra a globo proseguì nel dopoguerra più forte che mai e in questi ultimi decenni si sono passati a raccogliere prove... 

Siete curiosi? 

Per maggiori informazioni vi consigliamo di iniziare a leggere tutti gli altri articoli di questa sezione per avere un quadro globale.

 

Spiegazioni dell' Ing. Brian Mullin - 2016 -

https://www.youtube.com/watch?v=0J19xcfCTaI - Traduzione e voce di Dino Tinelli

L' Antartide ci proteggerebbe dal vuoto e circoscriverebbe la terra. Come le sponde fisiche di un lago trattengono l'acqua, esso trattiene i nostri oceani. È per questo che in Patagonia e in Nuova Zelanda il clima è rigido. Pareti alte due kilometri di ghiaccio puro e lunghe centinaia di kilometri già descritte nel XIX dal famoso capitano Shackleton.

MISTERI: Antartide: terra neutra demilitarizzata dove in realtà sono presenti 46 paesi del mondo cone militari, scienziati e civili di alto livello. Divieto di sorvolo privato e pubblico senza specifiche autorizzazioni. Come mai? Ecco le incongruenze su misurazioni dell'Antartide, continente "creato" a tavolino per farlo combaciare sul globo. In realtà non è così...

Proviamo a ragionare sulle differenze come negli articoli precedenti. Nella prima immagine L'Antardide è un continente ben definito nell emisfero australe così come ci insegnano e fanno vedere dallo spazio la Nasa, l'Esa e i libri. Nella seconda immagine, L'Antardide delimita tutta la circonferenza della terra così come viene descritto per decenni da tutte le missioni in mare avvenute tra fine 1600 e fine 1800...

Aeronautica, esercito, la meteorologia e le stesse agenzie spaziali utilizzano mappe AZIMUTALI di Terra Piana per calcolare traiettorie di venti, di volo e di comunicazioni. Non utilizzano mappamondi e nemmeno eseguono calcoli di partenza e arrivo su una sfera che ruota a 1,500 km/h. Utilizzano ques

Leggere in basso a sinistra nella mappa ufficiale del circolo polare artico. Mappa Azimutale, non è una proiezione, è l'esatta rappresentazione di come in effetti i voli di linea raggiungono le località fra loro e tutto combacia come tempistiche e direzione nei punti cardinali.

Curioso che l'emblema delle Nazioni Unite sia stato scelto cosi e non tridimensionalmente come un globo. Pura casualità o indizio occulto sfuggito?

Avete mai notato che in nessun atlante cartografico e in nessuna piantina né politica né fisica, si parla di curvatura terrestre? Se il SISTEMA insegna a tutti noi l'eliocentrismo, come mai non evidenzia e sottolinea con esempi che un punto non potrebbe vedere un altro a 500 km di distanza? Invece con fotocamere professionali ad infrarosso, da Genova si può vedere la Corsica... Provare per credere...