MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

L' ARCA dell'ALLEANZA e la sua potenza infinita

 

L’Arca, secondo il rabbino Moshe Levin, era un condensatore elettrico, un potente macchinario capace di accumulare ed erogare energia . Il suo utilizzo era riservato a quanti erano addestrati ed abilitati a farlo. Chi tentava di utilizzarlo senza la necessaria competenza, faceva una brutta fine come accadde ai Filistei quando tentarono di impadronirsene. Dovettero restituirla perché morirono fulminati in molti toccandola. Essa emanava boati, lampi accecanti e riduceva in cenere immediatamente chi la toccasse. 

Ciò fa pensare ad un potenziale elettrico elevatissimo per carbonizzare un essere umano all'istante. Cadaveri ritrovati  causa contatto con cavi di alta tensione che servono le nostre città attuali, presentano ustioni gravi con organi  interni bruciati, ma ovviamente non vengono rinvenuti in mucchi di cenere... 

Uno dei tesori mistici più ricercati da sempre...

* SI RICOLLEGA ALL'ARTICOLO " ELETTRICITÀ ANTICA " 

La domanda che sorge spontanea è: questo tesoro perduto è un simbolo di potenza unica di carattere religioso. È un oggetto dotato di una forza soprannaturale ed è citato nel libro Esodo. della Bibbia. Esso potrebbe spiegare la creazione del mondo cambiando la storia e le sorti future dell'umanità... Potrebbe anche spiegare come antiche civiltà avessero avuto a disposizione l'energia elettrica per essere così evolute a quei tempi. 

Ma soprattutto... Se fosse già stato rinvenuta e sepolta fra i tesori del Vaticano o in un bunker di un collezionista miliardario senza scrupoli, il mondo lo saprebbe? 

NO! Il mondo continuerebbe a bruciare combustibili, sviluppare il nucleare per produrre energia da rivendere.

L'arca dell'Alleanza. Le leggi di Dio, il contratto fra il Creatore e l'umanità

Oppure energia pura, il mistero dell'universo, la matrice della Vita?

Da studi approfonditi e traduzioni accurate del passato biblico : NUOVE CONCLUSIONI

Tratto dal canale Elohim Yahweh su ricerca di Mauro Biglino

Ricostruzione digitale di come fu il tempio di Re Salomone, ultimato nel 515 a.C.

Gerusalemme, oggi.

L' Arca dell'Alleanza fu costodita realmente nel Tempio di Gerusalemme?

Nuovi accessi pericolosi nella Sfinge...

Un possibile accesso in verticale, impossibile da aprire... E' stato risigillato all'inizio del XX secolo.

Usando i radar si è di recente scoperto che i piedi della Sfinge nascondono una camera segreta blindata. Non si trova ancora nessuna via di accesso. Il noto chiaroveggente e sensitivo Edgar Cayce, affermò il secolo scorso che essa potrebbe contenere la risposta a tutti i nostri dubbi e forse la stessa Arca.

L' ARCA narrata nei testi biblici appartenne solo agli Ebrei o no?

 

Sappiamo bene che tramandare nei millenni le storie e modificandole di generazione in generazione, si ottiene il risultato di un minestrone dove luoghi, personaggi vissuti cambiano nome, caratteristiche, vivono persino prima o dopo la loro vera vita.

 

L'Arca dell'Alleanza secondo la tradizione bibblica fu un dono di Dio per Mosé e il suo sofferente popolo ebraico, depredato della sua terra e della sua identità. Come mai proprio a loro fra tutti gli altri popoli semiti dell'epoca? E se lo accettiamo, poteva L'ARCA essere appartenuta a qualche altro popolo? 

Facciamo un salto indietro nel tempo nell'Antico Egitto... 

L' Egitto e la sua antica storia è oggetto di studi approfonditi da due secoli. Ogni decennio che passa, porta a nuove teorie e scoperte sensazionali, ultimo fra questi sono le prove di datazione della Sfinge, ben piu' antica di quanto si pensasse e del suo passaggio segreto dietro l'orecchio che conduce a una piccola camera di cui non trapelano grosse notizie... Citiamo inoltre le nuove teorie sulle Piramidi, che dopo decenni, archeologi e ricercatori, finalmente concludono non essere assolutamente delle "tombe di lusso" per i Faraoni, ma avevano altri scopi ben definiti (vedere l'articolo ELETTRICITA' ANTICA)

Geroglifici egizi sparsi e indizi nei monumenti a Per-Sopdu (l'attuale Saft-el-Henneh nel Basso Egitto) fanno pensare a come l'Arca in realtà fosse ben piu' antica e non ebraica. Nuove teorie e studi che si confermeranno forse in futuro, andranno a determinare che questo oggetto misterioso fu il lo Scrigno di RA, un mezzo per interagire con le porte del Cielo e gli Dei Creatori. Ra, dio del Sole, simbolo di potenza e Creatore. Se riflettiamo, l'energia solare è inesauribile, illimitata, e di una portata di potenza in grado di servire abbondantemente tutto il mondo moderno. (NON lo affermo io da ignorante, ma lo disse Nikola Tesla già cento anni fa... )

Il motivo di questa reinterpretazione? Quello appena descritto sopra. Revisionismo storico, sano, umile e costruttivo. Una costante che determina il passare del tempo. Ogni cosa studiata e asserita da chiunque, con prove future viene modificata e rimodificata ogni qualvolta qualcosa spieghi meglio un fenomeno, un concetto, un esperimento ad esempio.

Le storie nei geroglifici egizi nel Nord dell'Egitto, dopo anni di studio ed interpretazione, raccontano di uno scrigno incredibilmente simile all’Arca della Bibbia. Con una differenza: esso fu lo scrigno di Ra Forse i profeti  ebraici si ispirarono a questo oggetto. Forse furono i sacerdoti di Jahweh. Forse la tradizione che tramandò il mito dello scrigno di Ra era ancora vivo quando gli Israeliti vennero a contatto con i Babilonesi e attinsero alle loro leggende per crearne delle proprie.

Ecco che gli Ebrei e Mosè, in fuga perchè prigionieri nell'Egitto e senza una patria, riuscirono a trafugare questo misterioso oggetto. Dai Vangeli si capisce come Mosè fosse istruito e competente in materia di fisica e avesse avuto modo di osservare e studiare l'ARCA o SCRIGNO che fosse in segreto. 

Dopo una tradizione ultramillenaria di sviluppo, di alta tecnologia, di benessere e ricchezza per l'Egitto, nonostante le guerre e i tentavi di invasione di altri popoli, ecco che all'improvviso in pochi decenni questo imperò crollò disperdendosi. 

Fu una conseguenza fortuita causata dalla somma di piu' fatalità, o fu l'esito di aver perso una fonte di forza, un'inesauribile energia che muoveva, illuminava e rendeva unici il popolo dei Faraoni?

I dubbi rimarrano per molti altri anni ancora, ma questa ipotesi a mio avviso è plausibile. Come lo è anche il fatto che L'ARCA potrebbe essere stata prodotta e avuta da altre civiltà che prosperano per secoli, come i Maya, gli stessi Babilonesi e prima i Sumeri. 

Putroppo, loro malgrado, il popolo ebraico da questi eventi narrati, non ebbe più pace. Putroppo, non so se L'ARCA fosse la causa iniziale o meno del loro tribolare. Essi furono sempre oggetto di scontri, di odio razziale e persecuzioni in ogni era. Subirono ogni male, ogni vendetta da altri popoli, loro, il popolo di Jahweh

Subirono le loro tribù vicine, gli Assiri, i Babilonesi, i Romani, i Macedoni. Durante il medioevo furono odiati al punto di essere accusati di aver portato la peste in Europa. Questo popolo sempre disperso, subì l'olocausto nazista e nonostante lo Stato di Israele sia stato fondato di recente (1948), tutt'oggi continuano gli scontri con i vicini Palestinesi e nel mondo l'antisemitismo è sempre vivo. 

PERCHÉ GLI EBREI SONO COSÌ ODIATI? QUALI SEGRETI CELANO DA MILLENNI ? 

 

Lo Scrigno di Ra

Lo sprigionarsi di energia pura e divina dell'ARCA dell'ALLEANZA verso gli "infedeli" tratto dal film " I predatori dell'Arca perduta ", regia di Steven Spielberg, 1981

Morte immediata per incenerimento. Nessuno può toccare l'ARCA dell'ALLEANZA. Scena tratta dal film "I predatori dell'Arca Perduta" 1981. Nel 1935 il Nazismo investì molte risorse in ricerche in tutto il mondo per scoprire l'ARCA dell'ALLEANZA al fine di avere a disposizione un potere assoluto. Le ricerche terminarono con lo scoppio della II guerra mondiale. E in seguito? In questi ultimi decenni, nessuno ha proseguito le ricerche?

CENNI SULLA CORRENTE ELETTRICA e LEGAMI CON L'ARCA

 

L' ARCA potrebbe contenere la PAROLA del DIO CREATORE. Una BIBBIA unica, integra che metta tutti in pace una volta per tutte.

Non i frammenti, le varie edizioni, le centinaia di modifiche e  trascrizioni a cui oggi facciamo riferimento.

Che sia invece davvero la fonte di energia infinita sarebbe un problema;  potrebbe distruggere il mondo se finisse nelle mani sbagliate. Potrebbe essere ancora a Gerusalemme o essere stata spostata più volte.

E se fosse in un caveu segreto nella neutrale Svizzera? È sepolta nei sotterranei del Vaticano? Se ne è reimpossessato l'Egitto nascondendola in camere segrete nella Sfinge? Se fosse protetta ancora oggi dagli affiliati dell'ordine dei Templari?

Dopo aver riletto questo articolo, trovo singolare come da sempre, l'uomo abbia cercato di studiare, carpire e riprodurre l'energia elettrica pura ed illimitata fin dai tempi dall'antica Grecia, passando per il medioevo e nel Rinascimento.

Esperimenti e scoperte determinanti li troviamo nel XXVIII e XIX secoli con Galvani ed Alessandro Volta, il primo creatore della pila  ( sorrido pensando alla pila di Bagdad, creata millenni fa e vi consiglio per questo di leggere l'articolo: elettricità antica

LA NOSTRA CIVILTÀ INIZIÒ AD USARE COMUNEMENTE LA CORRENTE ELETTRICA 200 ANNI FA, MENTRE GLI EGIZI LA USAVANO GIÀ 4,000 ANNI FA ! 

Lo affermò anche Nikola Tesla ed Edgar Cayce ... 

 

Simone MERLO

settembre 201

TUTTO ATTORNO A NOI PULSA DI ENERGIA ILLIMITATA, PURA E GRATUITA. L'elettricità è vita; senza di essa il cervello non funzionerebbe e nemmeno i muscoli. Nulla nel mondo esisterebbe o funzionerebbe senza il suo aiuto. E il nostro SOLE un giorno ci offrirà tutte le risposte sul creato. Le stesse che potrebbero custodite nel tesoro più ricercato di sempre: L' ARCA DELL'ALLEANZA

Dalla BIBBIA, libro DELL'ESODO cit. da versetto 25 Traduzione approvata CEI

 

1 Il Signore disse a Mosè: 2 «Ordina agli Israeliti che raccolgano per me un'offerta. La raccoglierete da chiunque sia generoso di cuore. 3 Ed ecco che cosa raccoglierete da loro come contributo: oro, argento e rame, 4 tessuti di porpora viola e rossa, di scarlatto, di bisso e di pelo di capra, 5 pelle di montone tinta di rosso, pelle di tasso e legno di acacia, 6 olio per il candelabro, balsami per unguenti e per l'incenso aromatico, 7 pietre di ònice e pietre da incastonare nell'efod e nel pettorale. 8 Essi mi faranno un santuario e io abiterò in mezzo a loro. 9 Eseguirete ogni cosa secondo quanto ti mostrerò, secondo il modello della Dimora e il modello di tutti i suoi arredi. 10 Faranno dunque un'arca di legno di acacia: avrà due cubiti e mezzo di lunghezza, un cubito e mezzo di larghezza, un cubito e mezzo di altezza. 11 La rivestirai d'oro puro: dentro e fuori la rivestirai e le farai intorno un bordo d'oro. 12 Fonderai per essa quattro anelli d'oro e li fisserai ai suoi quattro piedi: due anelli su di un lato e due anelli sull'altro. 13 Farai stanghe di legno di acacia e le rivestirai d'oro. 14 Introdurrai le stanghe negli anelli sui due lati dell'arca per trasportare l'arca con esse. 15 Le stanghe dovranno rimanere negli anelli dell'arca: non verranno tolte di lì. 16 Nell'arca collocherai la Testimonianza che io ti darò. 17 Farai il coperchio, o propiziatorio, d'oro puro; avrà due cubiti e mezzo di lunghezza e un cubito e mezzo di larghezza. 18 Farai due cherubini d'oro: li farai lavorati a martello sulle due estremità del coperchio. 19 Fa' un cherubino ad una estremità e un cherubino all'altra estremità. Farete i cherubini tutti di un pezzo con il coperchio alle sue due estremità. 20 I cherubini avranno le due ali stese di sopra, proteggendo con le ali il coperchio; saranno rivolti l'uno verso l'altro e le facce dei cherubini saranno rivolte verso il coperchio. 21 Porrai il coperchio sulla parte superiore dell'arca e collocherai nell'arca la Testimonianza che io ti darò. 22 Io ti darò convegno appunto in quel luogo: parlerò con te da sopra il propiziatorio, in mezzo ai due cherubini che saranno sull'arca della Testimonianza, ti darò i miei ordini riguardo agli Israeliti. 23 Farai una tavola di legno di acacia: avrà due cubiti di lunghezza, un cubito di larghezza, un cubito e mezzo di altezza. 24 La rivestirai d'oro puro e le farai intorno un bordo d'oro. 25 Le farai attorno una cornice di un palmo e farai un bordo d'oro per la cornice. 26 Le farai quattro anelli d'oro e li fisserai ai quattro angoli che costituiranno i suoi quattro piedi. 27 Gli anelli saranno contigui alla cornice e serviranno a inserire le stanghe destinate a trasportare la tavola. 28 Farai le stanghe di legno di acacia e le rivestirai d'oro; con esse si trasporterà la tavola. 29 Farai anche i suoi accessori, piatti, coppe, anfore e tazze per le libazioni: li farai d'oro puro. 30 Sulla tavola collocherai i pani dell'offerta: saranno sempre alla mia presenza. 31 Farai anche un candelabro d'oro puro. Il candelabro sarà lavorato a martello, il suo fusto e i suoi bracci; i suoi calici, i suoi bulbi e le sue corolle saranno tutti di un pezzo. 32 Sei bracci usciranno dai suoi lati: tre bracci del candelabro da un lato e tre bracci del candelabro dall'altro lato. 33 Vi saranno su di un braccio tre calici in forma di fiore di mandorlo, con bulbo e corolla e così anche sull'altro braccio tre calici in forma di fiore di mandorlo, con bulbo e corolla. Così sarà per i sei bracci che usciranno dal candelabro. 34 Il fusto del candelabro avrà quattro calici in forma di fiore di mandorlo, con i loro bulbi e le loro corolle: 35 un bulbo sotto i due bracci che si dipartano da esso e un bulbo sotto gli altri due bracci e un bulbo sotto i due altri bracci che si dipartano da esso; così per tutti i sei bracci che escono dal candelabro. 36 I bulbi e i relativi bracci saranno tutti di un pezzo: il tutto sarà formato da una sola massa d'oro puro lavorata a martello. 37 Farai le sue sette lampade: vi si collocheranno sopra in modo da illuminare lo spazio davanti ad esso. 38 I suoi smoccolatoi e i suoi portacenere saranno d'oro puro. 39 Lo si farà con un talento di oro puro, esso con tutti i suoi accessori. 40 Guarda ed eseguisci secondo il modello che ti è stato mostrato sul monte."