MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

Siamo tutti uguali sotto questo cielo e ancora non lo capiamo...

Un'unico credo, un'unica religione ci salveranno...

Immaginiamo per un momento un mondo più giusto ove regni ovunque la pace. 

Come sarebbe? 

Immaginiamo se nel nostro passato non ci siano state torture, esecuzioni, guerre a sfondo religioso. 

Le culture nel mondo sono tantissime. Così come le religioni, le sette e le comunità. Sono migliaia e lo sottolineo. Ognuno di noi ne conosce una decina, ovvero le più diffuse e conosciute. 

Ognuna ha un'interpretazione divina e del creato differente. Ognuna ha dei principi e dei comandamenti differenti. Ognuna venera santi, profeti, dei diversi. Ognuna si è ricavata un'ideologia ad personam del proprio Dio, che considera veritiera e giusta rispetto alle altre. 

Tutto ciò è basato su singolari tradizioni ed interpretazioni modificate infinite volte nel corso della storia. Ogni minima modifica nel tramandare dal passato delle chiavi di lettura, ha originato al giorno d'oggi molto probabilmente una distorsione completa dell'idea originale di centinaia e in alcuni casi, migliaia di anni fa. 

Le dispute filosofiche, concettuali, le ostentate prove empiriche di una religione, non creano il diritto di odiare e prevaricare sull'altro. Va contro l'indole e i principi della maggior parte delle religioni. Eppure è accaduto ed accade. 

Tutto ciò si ricollega al tema nell'articolo razzismo. 

È strettamente collegato poiché la violenza generata dal pensare di avere diritti superiori e motivazioni più nobili rispetto ad un ipotetico avversario, non fanno che generare scontri. 

Cosa hanno creato le religioni nel mondo? 

Hanno creato dipendenza psicologica, speranza, presunti miracoli. Hanno anche provocato milioni di morti nel corso della storia. Non mi pare che l'ago della bilancia penda verso il bene. 

Pare quasi che le religioni siano aziende concorrenti che fanno a gara per strapparsi i clienti che chiama "fedeli" 

La mia considerazione utopica è quella dove sogno un mondo più giusto e corretto. Il modo ci sarebbe... Che tutti i rappresentati religiosi e dei movimenti minori nel mondo si unissero in una conferenza mondiale aperta (in mondovisione) e professassero LA PACE perenne fra le diverse culture, creando un unico credo religioso. 

Dovrebbe essere suggellata da un trattato unico. Ogni atto di violenza pena l'espulsione e la scomunica dal proprio credo. 

Meglio ancora sarebbe l'unione mondiale in un unico credo religioso, abolendo quindi ogni diversità che genera scontro. 

Noi saremmo stati creati ad immagine e somiglianza da un Dio Supremo. Per sopravvivere possiamo procreare e il nostro fine è di crescere e costruire una famiglia altrimenti la razza umana si estinguerebbe. Quindi se siamo ad immagine e somiglianza sua, anche Dio avrebbe una famiglia di riferimento composta da membri divini. Noi siamo la somiglianza mortale ed immorale putroppo. 

Però una soluzione seppur utopica ci sarebbe... 

Sembra una considerazione pagana ma il mondo potrebbe accettarla gradualmente. Una famiglia di Dei, dodici come le ore del giorno, che soddisfino i bisogni dei credo e delle speranze di tutti i popoli. Un'unica religione nel mondo composta da una famiglia divina. Una religione senza una sede centrale, ma una sede in ogni nazione. 

Gli stessi Dei riuniti, per tutta l'umanità raccolta intorno ad un unico credo. 

Putroppo credo vi siano ovviamente interessi economici e politici e l'orgoglio cronicizzato di tutti i capi religiosi nel non voler fare un passo indietro. Inoltre l'ordine mondiale segreto ha necessità di un mondo sovrappopolato per  fare affrontare altre future guerre che portano soldi e contratti nelle fabbriche belliche. 

Le religioni offrono sostegno e speranza. Averne una unica ci renderebbe più forti ma più umili. Ci libererebbe dal nostro male di volerci imporre sugli altri. Perché siamo tutti uguali a sto mondo ed abbiamo gli stessi diritti e doveri.

Un grande uomo morì assassinato e vinse il Nobel per la pace predicando questi concetti. Il suo nome era Martin Luther King. 

Anche se l'oscurità affascina, l'uomo ha sempre bisogno di luce per vivere. Il bene anche se con fatica, vincerà sempre. 

Dite pure che questo è un sogno puerile. 

Ma d'altronde, dobbiamo alimentare il nostro piccolo IO BAMBINO che ci sussurra dentro nient'altro che Verità... 

Per chi volesse approfondire il tema della Genesi, rimando all'articolo "La Genesi umana" 

 

Simone Merlo 

novembre 2019

Un Dio, una serie di Dei, poco importa...

Sunto di una conferenza di Mauro Biglino tratto dal canale MacroVideo