MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

"Il debito che cammina". Un'invenzione economico sociale acuita per accrescere domanda-offerta ed esasperare il risparmiatore facendolo cadere nella schiavitù di un gioco come un altro... Ma chi c'è davvero in cima alla "piramide"?

The Walking Spread e il cumulo di debiti che ci trasciniamo appesso fin dalla nascita...

 

Già, proprio cosi: Ogni essere umano nasce con un debito sulle spalle... 

 

La crisi economica globale è un mostro creato e pilotato per tenere sotto scacco intere nazioni sotto l'egemonia di ricche famiglie illuminate, prime fra tutte l'antica e prestigiosa famiglia Rothschild, ormai insediatasi in tutto il mondo negli ultimi 300 anni. La crisi  è una guerra studiata a tavolino dove a farne le spese sono sempre le classi più deboli e le Nazioni che si indebitano con esse cadendo in ricatti commerciali e interessi per ogni opera e guerra combattuta. Tutto ciò serve per modificare gli scenari economico sociali, per indebolire la volontà di un popolo di eccellere e sorpassarne  eventualmente un altro. È una pratica diffusa, anche se sembra ridicolo perché così il SISTEMA vuole che si pensi. Esso vuole sempre "sorprenderci". Ogni vittoria, ogni sconfitta, ogni scoperta, ogni trattato passa sotto la legge di creare prima un bisogno e poi lanciare una strategia di offerte: ecco il dolce ricatto che si trasforma in debito per risolvere i problemi dal più piccolo al più grande e dal singolo individuo, ad una Nazione completa. 

Fino a qualche anno fa nessuno sapeva cosa fosse lo spread

Debito personale, debito aziendale, mutui e prestiti, debito pubblico, debito sovrano. Ormai riusciamo a parlare e creare solo più debiti per realizzare qualcosa. Nessuno sembra possieda più nulla. Sottolineo "sembra". Poche famiglie al mondo creando una società basata sui debiti, tengono in pugno la sorte del mondo intero. Essi finanziano rivoluzioni, guerre e poi ricostruzioni. Creano nemici da combattere per ogni Stato. Fomentano odio e divisioni per poi passare da "salvatori" Esse detengono quote di maggioranza in ogni istituto di credito e finanziario. Possiedono gran parte dei più famosi gruppi bancari e ad ogni guerra, ad ogni crollo di azioni o della borsa, diventano sempre più ricche. Hanno persino inventato la differenza di resa fra debiti sovrani in una percentuale di possibile solvibilità: lo Spread. Peccato che quanto sia credibile un governo o uno stato, alla fine la decisione spetta a queste famiglie che controllano la finanza globale. 

Lo spread si alza e si abbassa con i toni della politica incutendo speculazioni di ogni genere. Si perché grazie a tali ripercussioni su fiducia o sfiducia nel piccolo e medio investitore, alcuni super predatori economici possono divorare miliardi di dollari e di euro in una giornata. I passaggi sono: Cittadino frega cittadino - banca frega gruppo di cittadini - Stato salva banche - Stati si fregano l'un l'altro con trattati economici di ricatto tra import ed export et voilà! E questi stati sono indebitati verso le banche stesse di poche ricche famiglie di cui i media non parlano quasi mai. Perché i media sono anch'essi controllati economicamente da loro di cui godono di quote di maggioranza. 

Nessun tribunale, nessun giudice o procuratore, nessun ente riuscirà mai a dimostrare implicazioni gravi come anche atti terroristici o finanziamenti a gruppi ribelli siano pilotati per poi avere valide scusanti di farci entrare in guerra contro qualcun altro. Guerra di morte o guerra economica. 

Capiamo quindi che dietro le Nazioni ci sono gli istituti di credito e le Banche, collegate da grossi investitori e multinazionali, i quali attingono a del credito per i loro investimenti. I "pseudo" liberi cittadini cadono in un gioco d'orgoglio di investimenti dove altre aziende terze sconosciute sono collegate a quella su cui si investe senza nemmeno saperlo. E così, con il miracolo di calcoli algoritmici, un bel giorno, basta che qualcuno sposti o cambi dei parametri e degli assets e tutto il circolo cambia facendo crollare il bel castello robusto di carte. E cosi generazioni e generazioni hanno visto centinaia di volte crescere e poi perdere i propri risparmi in un'altalena perenne di guadagno e perdita con cadenze dislocate in maniera imprevedibile e subdola. Basta che dall'altra parte del mondo si mangi meno parmigiano italiano che come per magia nel giro di poche ore crollino le azioni di una compagnia telefonica famosa. E noi che non riusciamo a risalire ai vari collegamenti concettuali accettiamo il destino crudele di come mai un battito di ali in oriente abbia scatenato un uragano  qui da noi in occidente o viceversa ... 

Dietro tutto ciò vi sono famiglie che vivono nel lusso estremo grazie alla rendita sui debiti degli altri. Debiti sviluppati dietro studi accurati di settore. Essi guadagnano dai fallimenti, dalle crisi che stimolano punzecchiando così lontano per poi aspettare che l'infezione si diffonda tempo dopo e torni indietro. Loro solo all'apice della catena alimentare economica. Sono così potenti queste famiglie sempre più perché nelle generazioni hanno imparato a imparentarsi con  altri colossi, magnati e lobbies per controllare sempre meglio sia governi che cittadini. Potenti famiglie che non si sudano lo stipendio si legano ad altre nobili e ricche casate per accrescere sempre più il loro potere. Con questa visione di sfruttamento loro allargheranno sempre più il divario nei confronti della classe media che sta scomparendo. Il sudore lo mettono gli altri sotto di loro. Ecco cosa penso personalmente della globalizzazione: una fortunata strategia puntata sull'orgoglio meritocratico che fa sfidare in lotte commerciali a tutto campo. E più lavoratori, imprenditori e aziende sudano, più qualcuno ne trae beneficio. Nonostante ciò nessuno capisce che la concorrenza a sto mondo non potrà mai essere sana e leale perché si basa su presupposti dove oggi l'onesto non viene premiato. Si, sono  proprio famiglie come i Rothschild, i Rockefeller e i Collins che per intenderci non compaiono fra i più ricchi e potenti al mondo perché da soli si mangerebbero insieme tutti gli altri. Il loro patrimonio se sommato si stima sia oltre 1,000 miliardi di dollari. Sotto di loro vi sono altre famiglie potenti e famose che generano altrettanta ricchezza da generazioni e generazioni. E mentre il mondo è sotto scacco, schiacciato dalla crisi, mentre le aziende si dibattono come pesci fuori dall'acqua, qualcuno ha inventato l'e-commerce, una bestia  inindividuabile che esaspera le aziende, anche le più storiche. Una concorrenza mostruosa a ribassare qualità di prodotti per far fronte e rispondere ad offerte sempre più aggressive. Il dado è tratto: crea un nemico e tutti si alleeranno per fronteggiarlo. Qui qualcuno ha studiato e trovato il modo affinché ogni azienda veda un'altra come un nemico. Ecco che il mondo pullula di nemici che si distruggono lentamente a vicenda. E mentre noi tutti galleggiamo in questo mare di incertezze, pochi altri si beano di accrescere le loro ricchezze offrendo la salvezza: salvezza che passa su altri DEBITI. 

E intanto il mondo beve ogni idiozia propinata dai MEDIA in merito alla crisi. Ora persino le casse del Vaticano sembrano sofferenti. Ci viene riferito ciò a causa di recenti cattive gestioni  di bilancio e di sfortunati investimenti passati. (lo IOR possiede investimenti diversificati ovunque nel mondo, persino nell'industria di armi, tabacco, combustibili fossili e farmaceutica) Eppure le famiglie sopracitate amministrano i beni del Vaticano da generazioni... Qual è quindi il loro obiettivo? Far raccogliere ulteriori fondi e finanziamenti da terzi? Forse è vero, forse lo fanno perché era l'ultimo ente sulla terra a non parlare di crisi. Beh, non credo che il Vaticano sia mai stato dilaniato dalle tasse come un povero imprenditore italiano. Il Vaticano possiede proprietà terriere ed edilizie, grosse infrastrutture, tantissimi investimenti bancari, azionari e quote in diverse multinazionali nel mondo, diversificate in ogni tipologia di beni e servizi che non c'entrano nulla con il solidale come detto sopra. Il Vaticano possiede una mostruosa riserva aurea e una quantità di tesori a Roma e nel mondo  che sono incalcolabili. Come incalcolabili sono i lasciti che possiedono da centinaia di anni da famiglie agiate ovunque. Ora ci dicono essere in crisi. Vorrei che lo dicessero pubblicamente durante la Messa a San Pietro una domenica, davanti ad una folla di pensionati con la minima. Davanti a madri di figli che hanno perso il lavoro e sono disperate. Davanti a tanti giovani volenterosi con contratti vergognosi che non riescono a costruirsi un futuro e una propria famiglia. Vorrei che lo dicessero  davanti ad imprenditori assenti perché dovuti scappare all'estero per la disperazione da un fisco sanguisuga. Davanti a coloro assenti perché hanno scelto di togliersi la vita causa disgrazie non volute e relativi debiti. Vorrei che dicessero che sono in crisi ostentando tutto l'oro  e le pietre preziose che possiedono. Forse ci crederemmo ancora e faremmo ancora più elemosina. O forse no. Sarebbe bello fare l'elemosina in futuro con l'NFC così sarebbe tracciato elettronicamente. Eppure, anche dietro lo IOR e i vari investimenti e debiti del Vaticano, vi sono sempre quelle famiglie illuminate. Si possono capire le intenzioni e i piani quando ormai sarà troppo tardi. Se sono state in grado di rimanere invisibili eppure partecipando a qualunque nascita e crollo di intere nazioni, di sicuro avranno i mezzi per elevare o affossare una religione non credete? 

Tornando alla borsa e ai giochi matematici di qualche grande spregevole persona ingorda... Ovviamente qualcuno mi ha obbiettato che questa è democrazia e meritocrazia. Questo è libero mercato e abilità individuali. Io penso che dietro ogni grande disperazione ci sia la vomitevole gioia di queste poche famiglie che vivono sfruttando e strappando i sogni di poveri piccoli investitori. Questi ricchi e potenti sono ossessionati dal l'idea di perdere prestigio e dal dover per forza accumulare sempre più. E allora questi plurimiliardari cosa faranno quando avanno "munto" tutto e distrutto le società? 

Sapete perché rido? Perché un giorno, anche loro saranno divorati dai vermi sottoterra come tutti. Rido soprattutto perché esiste la reazione inversa di ogni cosa nella natura e nell'universo. In questa vita sono ricchi e ingordi, nella prossima, per chi crede nella reincarnazione, saranno delle persone comuni come noi con l'affanno e l'ansia per i  propri debiti. Esiste la legge della Natura perfetta basata sulla regola: chi la fa, l'aspetti...! 

 

Questo articolo si collega agli Illuminati e NOM (nuovo ordine mondiale) e altri articoli come CONSUMISMO SCHIAVITÙ e VIVERE NEL MATRIX 

Un consiglio spassionato a tutti i lettori: indebitatevi per un sogno grande ed importante. Non fatelo per frivolezze quotidiane. Non assecondiamo il nostro ego che ci porta solo ad apparire. Rimaniamo tranquilli ad osservare il nemico. Un giorno qualcuno riuscirà a rendere questo mondo libero e uguale dalla tirannia economica. 

 

Questo articolo si collega a: SPIN DOCTOR & TROLLS

Simone Merlo

ottobre - novembre 2019 

 

 

Ecco chi guida il mondo...

Tratto dal canale Virgilio Video