MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

Se reputi questo sito interessante, condividilo. ACCESSO MENU ARTICOLI con tasto nero a righe bianche ⬇️

Uniformare sempre tutto è totalitarismo. Differenziare è libertà di pensiero e vera democrazia !

L' Istruzione oggi...

 

In passato, solo una ristretta cerchia elitaria poteva accedere a studi specifici. Oggi " in teoria " l'istruzione alta, dovrebbe essere raggiungibile da chiunque. Però la vita vera con i suoi mille problemi e imprevisti, blocca spesso menti promettenti in difficoltà economiche e fa calvalcare il successo ad altre meno valevoli.

 

E allora studiamo e ragioniamo con una mente libera, non compromessa da un sistema montato a regola d'arte. Cerchiamo il vero e non accettiamo  ad ogni costo indottrinamenti imposti di cui al lato pratico non ne possiamo dimostrare la veridicità ! Il beneficio del DUBBIO deve continuare ad esistere, nonostante i media ed il web spingano per un'informazione controllata (curioso come certi argomenti vengano proposti al contrario su youtube in base alle proprie ricerche o che i TG a cadenza ciclica evidenzino fatti di cronaca al posto di altri) 

 

L' AUTODIDATTA verrà sempre snobbato e denigrato. Esso però potrà contare davvero solo sul suo cervello, sulla sua esperienza e su dimostrazioni semplici ma efficaci e soprattutto dimostrabili. Questo stile di pensiero è l'embrione che può portare ad una sana ricerca indipendente da adulti. Le basi ci vanno, ma i percorsi di studio per ogni persona, dovrebbero poter essere scelti completamente dal singolo individuo nella sua famiglia. In base ai propri sogni, aspirazioni e propensioni. La cultura e l'etica sono basi fondamentali, ma la propria ricerca interiore, altrettanto. Se qualcosa ci fa storgere il naso, approfondiamo anche se ciò comporta tempo e fatica. Il Sistema  attuale conta sulla pigrizia delle menti bombardando di notizie a tutto campo per mandarci in tilt. 

 

Lo studio forma le persone ed è molto importante, ma non è poi così essenziale oltre ad un certo livello. L'umanità è progredita fino ad oggi anche grazie a colpi di genio, inventiva e determinazione di persone semplici e comuni, che senza un attestato specifico, hanno risolto problemi e offerto innovazioni importanti ai posteri. 

 

Gli autodidatti sono forti dentro. Potranno cadere su discorsi e teorie a loro sconosciute, ma dal lato pratico della vita quotidiana, la spunteranno sempre, grazie ad una mente non imbrigliata e saccente. Gli autodidatti sanno adattarsi e improvvisare meglio negli imprevisti che la vita offre. Gli autodidatti sanno mettersi meglio in gioco e difficilmente peccano di presunzione. 

 

Uniformare tutto, compresa l'istruzione è una schiavitu'. Offrire percorsi alternativi di studio e ricerca, è vera libertà.

 

Ecco perchè nel mio piccolo penso che nelle varie ore alternative a scuola, oltre i temi di educazione civica, religione o tempo libero, dovrebbe essere affiancata ad esmpio la possibilità di studio dei DIALETTI LOCALI.

 

In questo modo, i giovani d'oggi e le future generazioni, non dimenticheranno le radici delle loro terre natie. Radici fatte di esperienze, ricordi, ed emozioni. In un mondo che vuole accorpare e uniformare la cultura in tutto, differenziare risulta invece il vero valore e il vero orgoglio di chi voglia proseguire a tramandare una cultura che vada contro il Sistema di oggi, cha ha solo piu' il business ad ogni costo davanti ad ogni obiettivo. 

Questo sarebbe un primo passo importante per cambiare rotta. Il secondo sarebbe che già l'istruzione secondaria possa essere intrapresa con percorsi e temi completamente modulabili dai singoli individui, incoraggiandoli a sviluppare ricerche approfondite su temi importanti per affrontare i problemi a cui l'umanità sta andando incontro. Bellissimo sarebbe poter far sviluppare tale dono da parte di un docente ai suoi allievi. Proporre un tema extracurriculare di cui mai si è affrontato e farlo presentare in maniera approfondita. La sorpresa e la gioia della ricerca porterà nuova linfa a brillanti menti protese verso il futuro. 

Impariamo a sviluppare una coscienza comune. Impariamo dai nostri errori. Impariamo ad affontare liberamente i problemi e le avversità che la vita ci offre. Perché limitarsi a ripetere ed imparare lezioni a memoria soffocherà la nostra intelligenza e ucciderà l'immaginazione. Il mondo ha necessità della scolarizzazione, ma ha necessità ancor di più che alcuni individui possano emergere con il loro genio senza basi ed idee preconcette. Insegnare di non sprecare il cibo e differenziare l'immondizia è importante. Ancor di più sarebbe ad esempio che un sistema scolastico proponesse una visione di come risolvere questo problema. Da migliaia di analisi personali ogni anno, di sicuro ne deriverebbe decine di utili. 

 

Ma forse questa è pura utopia...

 

 

Che fine ha fatto l' ARTE immortale ?

 

Come la medicina moderna attenua i sintomi di un'influenza che comunque un corpo sano sarebbe in grado di risolvere in piu' tempo, il progresso e l'overdose di tecnologia, mascherano l'estro e l'inventiva umana. Esso nasconde lo spirito di un passato ricco di genii e di rivoluzionari a tutto campo. Dove sono finiti i grandi pittori, scultori e musicisti di un tempo? Oggi opere magnifiche sopravvissute ed ammirate di un glorioso passato, non possono che oscurare la tenue e pallida luce dei nostri progetti per il futuro. Le opere del passato furono immaginate e realizzate per durare ed esaltare il genio umano.

Chi osa affermare che sia cosi ancor oggi?

Chi può veramente pensare che la musica, l'ingegneria edile, la pittura e l'arte di oggi siano create per divenire immortali? Oggi pare tutto dozzinale. Tutto creato in serie in cliché. Tutto regolato da fini commerciali. 

Eppure vi fu un tempo in cui l'uomo realizzava opere uniche e rare, come fiori temerari in grado di sopravvivere in un deserto.

Il passato immortale è giunto fino a noi. Dove saranno i nostri dispositivi, la nostra tecnologia, le nostre case ultramoderne fra 1000 anni?

Per favore non sminuite voi stessi accontentandovi di rispondere che ogni forma d'arte è arte...

Nessuno dovrebbe paragonare uno schizzo moderno di vernice e bombolette spray argentate con un dipinto di Raffaello Sanzio. Nessuno dovrebbe esaltarsi della grandiosità di un nuovo super ponte in acciaio e cemento costruito con mezzi industriali a motore. Perchè? Perchè allora cosa dovremmo dire di una magnifica Cattedrale gotica realizzata a mano in svariati decenni? Nessuno dovrebbe esaltarsi cosi tanto nell'ascoltare un brano RAP alla moda. Seppur interessante, mai potrà oscurare il sublime di compositori classici come Bach.

 

Passo a voi la palla per approndimenti... 

 

 

È così, che ci vuoi fare? Sogno e spero che tutto ciò possa fermarsi e riequilibrare le nostre vite

Visione della Società attuale

 

Vedo un SISTEMA creato volontariamente per allontanarci dalla ragione e dalla coscienza collettiva. 

Vedo un SISTEMA che disabitua le masse a leggere e confrontarsi. 

Vedo un SISTEMA che ci rende passivi che porta all'egoismo e alla chiusura in sé stessi basato solo sul l'intrattenimento individuale. 

Vedo un SISTEMA improntato solo sulle emozioni audiovisive e non più sulla vivida immaginazione che solo un buon libro cartaceo può ancora offrire. 

Ognuno tragga le proprie conclusioni se è pienamente soddisfatto di questa società che avanza in modo irreale. 

 

Simone Merlo

novembre 2019