MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

Chi potrebbe essere? Chiunque... Siamo tutti dei Chiunque senza la luce...

Riflessioni sul mistero delle ombre

 

Sono io quell'ombra... 

Più il Sole è lontano e inclinato davanti o dietro noi e più le ombre si allungheranno. Più esso sarà vicino e perpendicolare sopra noi (zenith) e più si accorceranno. La sua vera distanza non è calcolabile veramente (sono stime) ed essendo fonte di energia e luce, la velocità dello spostamento delle ombre di qualunque oggetto è contraria a come dovrebbe essere. Segnale che il Sole è piccolo e vicino, più di quanto immaginiamo 

(articolo dedicato a parte: SOLE INVICTUS. link: https://www.lupusinfabula.biz/444319606)

Parlando normalmente, senza che ce ne accorgiamo, il soggetto della frase è il Sole in movimento. Non la TERRA... 

 

PRESUNTA ROTAZIONE TERRESTRE (SU NOI STESSI) 

All'equatore la Terra raggiunge la velocità di 1.670 Km/h su se stessa. Ai poli estremi è pari a zero. A metà strada, cioè al 45° parallelo (pensiamo alla città italiana  di Torino), la velocità è ridotta a circa 1.073 km/h.

PRESUNTA ROTAZIONE TERRESTRE ATTORNO AL SOLE (RIVOLUZIONE) 

Ci vuole circa un anno per compiere un giro completo intorno al Sole. Per la precisione 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 46 secondi (notate le ore in più: in quattro anni ci troviamo con un giorno di troppo, per questo esiste l'anno bisestile, con febbraio che arriva a 29 anziché a 28). Abbiamo scritto quanto tempo impiega, adesso vediamo la distanza percorsa: la Terra percorre circa 938.900.000 Km. Data la formula prima menzionata, avremo quindi una velocità media di 106.000 km/h attorno al Sole. 

Questo ci viene detto, a questo crediamo ciecamente e questo ripetiamo ad altri. 

È o non è lecito domandarsi se la teoria eliocentrica imposta sia vera? Se fosse ovvia ed inequivocabile allora questo tema non sarebbe così dibattuto da secoli... Questi dati deduttivistici da cosa derivano? Queste velocità sono pazzesche. Oltre i 1000 km si supera la barriera del suono. Ci sarebbe un boato continuo e tremendo ovunque! E se ci muovessimo a quella folle velocità intorno al Sole come farebbe il nostro sistema uditivo a mantenerci in equilibrio? 

La nostra ragione, le nostre osservazioni naturali, le prove attorno a noi ci comunicano il contrario. Perché non le ascoltiamo? 

Ah si... Per via del rispetto e della fiducia che riponiamo in autorità intellettive superiori alla nostra. Per il credo religioso. Per la stima nelle istituzioni governative. Per la speranza che l'uomo non potrebbe mai mentire per secoli su questioni importanti per paura di perdere prestigio e fama. 

Bene, ci siamo appena risposti da soli. Il punto è proprio questo... 

Lo spazio misurato sulla Terra è stato deciso. Lo scandire del tempo pure. 

Mi chiedo. Tutti questi calcoli sono dimostrati sulla giornata di 24 ore. Se invece fosse rieseguito il tutto sul ciclo anglosassone delle 12 ore?

La TERRA è sferica. Dal 1984 è classificata come "geoide"

Presto tutti capiremo che è PIANA... 

 

 

Placido laghetto in Valle d'Aosta. Sull'acqua livellata e piana si riflette l'ombra della montagna retrostante. Se ruotiamo su noi stessi (localmente a 1,100 km orari) e rivoluzioniamo contemporaneamente attorno al Sole, come si spiega che l'acqua di un laghetto sia perfettamente immobile anche se c'è vento? Dovrebbe esserci per lo meno un minimo riscontro del movimento terrestre no? Questo va in conflitto con il mare, ma dimostra che il movimento terrestre non esiste. Se tiriamo un sassolino, dopo un po' le onde scompaiono e torna la quiete. Se ci fosse un movimento, le onde si propagherebbero verso un punto e con un senso preciso, no?

Liguria, Sole crescente sul mare. Alle nostre latitudini, se i raggi del Sole ci arrivano obliqui e deviati dall'atmosfera come dichiarato dalla Scienza Ufficiale, perché ovunque sul mare osserviamo fasci di luce in aree limitate e non ovunque? Un fonte luminosa enorme, seppur lontana dovrebbe illuminare uniformemente qualunque superficie. Immaginiamo un lampadario in una stanza... C'è chi crede alla scienza ufficiale e chi come me, crede alla nostra staticità e che il Sole è abbastanza piccolo e a poche decine di chilometri sopra le nostre teste... Perché? Perché i miei occhi, la mia ragione, il mio istinto prevalgono su una dottrina dimostrata attraverso un sistema subdolo che non potremo mai verificare personalmente... Se muoviamo il capo e quindi l'angolo di visuale tale riflesso pare cambiare posizione. Siamo noi a muoverci (TERRA) se stiamo fermi ad osservare, essi stanno fermi. Capite il concetto?

ESPERIMENTO 1: Test e prove rudimentali ma efficaci

 

Sarò ossessionato, sarò insistente, sarò noioso, ma devo trovare il modo di vederci chiaro. Eseguo dei semplici esperimenti qui di seguito. 

Il risultato ottenuto è il medesimo. Quale teoria è allora vera? Eliocentrica o Geocentrica? 

È lecito pensare che la soluzione più semplice e ovvia sia poi quella corretta. 

Disse un Monaco famoso secoli fa... 

" A parità di elementi, la soluzione di un problema è quella più semplice e ragionevole" 

 

Guglielmo di Occam.

Accendino = Sole. Qui il Sole si avvicina e si allontana dall'oggetto "Terra". Le ombre diminuiscono e poi si ingrandiscono. Questa è la visione geocentrica (ovviamente non riuscivo ad eseguire una movimentazione circolare o ellittica)

Qui invece, è l'oggetto (TERRA) a muoversi contro la luce fissa (Sole). Senza le rotazioni che non riesco a riprodurre, questa dovrebbe essere la teoria eliocentrica. Risultato? Uguale a quello sopra. Le ombre si allungano e accorciano aumentando o diminuendo dimensione.

Fonte di luce a sinistra, proiezione ombra a destra.

Fonte di luce a destra, proiezione ombra a sinistra.

Ora raffrontare le due immagini sopra con questo modello. Notare la proiezione opposta delle ombre rispetto a quella della sorgente luminosa (Sole)

Come è possibile? Allora il Sole non è dove ci dicono essere...

https://youtu.be/zoWXQ_4nZfA - dal canale di Dino Tinelli

ESPERIMENTO 2: Calcoli e misurazioni rudimentali.

 

Qui sotto un esperimento condotto personalmente che seppur rudimentale e con una piccola percentuale di errore accettabile mi fa giungere alle seguenti conclusioni:

 

Ovunque la giornata dovrebbe essere basata sul sistema a 12 ore (anglosassone). Già questo farebbe riflettere sul come mai alcuni paesi adottano un metodo di calcolo del tempo in 24 e altri in 12 ore.

Se la Terra ruotasse su stessa alla velocità di 1,100 km circa nella zona in cui mi trovavo, le ombre avrebbero dovuto muoversi in maniera diversa. 

 

1,100 km : 24 h = 45,83 km in un'ora. 

CHILOMETRI, NON CENTIMETRI! 

 

In base a cosa ci viene insegnato, se il Sole fosse così grande e lontano e se noi ruotassimo su noi stessi e attorno ad esso, le ombre dovrebbero muoversi su oggetti fissi a circa 760 metri al minuto! Con cambiamenti in aumento o diminuzione in base al perielio o afelio. 

Come mai invece le ombre si muovono di circa un centimetro al minuto? 

Le ombre hanno gradi (inclinazioni) diversi nel mondo. Un sostenitore della TERRA A GLOBO lo imputerebbe come prova della curvatura, della sfericità terrestre. Il problema di complica se inziamo a calcolare i moti millenari, le traiettorie ellittiche e la forma della Terra che da tempo la scienza ufficiale, afferma essere un GEOIDE.

Tutte queste discrepanze, tutte queste ipotesi e dati sembra proprio che agiscano da deterrente dall'interessarsi perchè vanno ad incasinare le soluzioni che sarebbero piu' semplici se venissero calcolati tenendo conto di un mondo PIANO e statico.

SE invece proviamo a credere che il Sole è vicino e che è lui che si muove, allora i raggi hanno varie inclinazioni e di conseguenza anche le ombre. 

A voi le considerazioni... 

E se le mie riflessioni non vi soddisfano, cercate su youtube le spiegazioni dell'ingegnere Brian Mullin e del Dott. Marble o di Eric Dubay... 

( TROVATE I VIDEO IN QUESTA SEZIONE NELL'ARTICOLO: " 200 PROVE E TEST " )

 

Simone Merlo 

dicembre 2019

Misurazione ombre in maniera semplice ed efficace. Martedì 10 dicembre 2019 ore 9,30 zona Saluzzo (CN). La presunta velocità di rotazione terrestre dichiarata ufficialmente sarebbe di circa 1,100 km orari.

Tenendo conto di giornata di 24 ore, in inverno alle nostre latitudini il Sole si sposta di 45 centimetri e 60 in diagonale. La tolleranza è di +/- 5% di errore dato da me, dal metro e la bolla usati e da qualche decina di secondi nell'anticipo o ritardo della misurazione. Da tali rilievi, le distanze dichiarate del Sole e della presunta velocità di rotazione e rivoluzione terrestre non corrispondono...

DISTANZE e MISURAZIONI CELESTI

 

I dibattiti fra astronomi non si esauriranno mai. Con potentissimi radiotelescopi, sonde, satelliti l'uomo avrà osservato l' 1% della zona dell'universo a noi visibile. Sempre che non ne esistano altri...

Dalla Terra, quindi da dentro la CUPOLA (firmamento) elettromagnetica che ci protegge, ci appare tutto così lontano e irraggiungibile.

Le misurazioni sono complicate poichè ci dicono avvenire un base ad una realtà che era presente molto tempo fa, maggiore è la distanza. In pratica osserviamo realtà che in questo momento potrebbero non esistere piu'.

Anziché parlare di miglia o di chilometri si utilizzano

UNITA ASTRONOMICA: distanza media fra Terra e Sole: 149,600,000 mln di km

ANNO LUCE: distanza che percorre la luce nel vuoto nel corso di un anno di circa 300,000 km/sec ovvero 9 463 miliardi di km

PARALLASSE (PARSEC) : distanza dalla Terra di un ipotetico astro con una parallasse annua di 1 secondo di grado.

Il problema è che L'astronomia antica fu una scienza. Quella moderna pare fondersi con la fantascienza. E oggi dobbiamo affidarci ad essa come ad una religione: È UN ATTO DI FEDE 

Possiamo verificare tutte queste cose noi comuni mortali ?

 

 

Simone Merlo

dicembre 2019

 

 

 

Il Parsec è l'unità di misura astronomica piu' utilizzata poichè indica la distanza di una stella in un secondo d'arco rispetto all'osservazione eseguita dalla Terra o dal Sole (sempre accettando come reale il sistema eliocentrico). 1 parsec corrisponde a 3,26 anni luce.