MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

MISTERI e SEGRETI dal MONDO

MENU ARGOMENTI tasto nero ⬇️

Massacri, genocidi, prigionia e torture. Da sempre civiltà autoctone vennero sterminate da altre più violente. Noi europei occidentali siamo putroppo gli assassini per eccellenza da sempre. Questo argomento è un TABU: appena si argomenta qualcosa a riguardo si viene etichettati come "razzisti", "estermisti" o "ignoranti" rispetto alle generazioni precedenti. Interroghiamoci davvero su cosa significhi "civilizzare". E analizziamo anche gli effetti negativi di cosa porta la globalizzazione moderna con le sue finzioni mascherate dall'imposizione della democrazia ad ogni costo. Il punto cruciale è sempre il solito: democrazia o plutocrazia? .

E' mai possibile che le civiltà non ricordino ed imparino le lezioni di storia ?

 

RICADIAMO PERPETUAMENTE SEMPRE NEGLI STESSI ERRORI

 

Qui non parleremo di catastrofi naturali o di pandemie passate che hanno mietuto un numero incalcolabile di vittime. Parleremo di come ne abbiamo memoria di quanto l'uomo abbia odiato e massacrato se stesso commettendo volontariamente crimini efferati verso altri esseri umani. 

L'uomo può essere misericordioso, empatico ed eroico. Ma può essere anche una bestia senza ragione, fomentato da un odio che non gli appartiene naturalmente, ma viene instillato a poco a poco da una società governata da sempre da poteri forti ed occulti che spingono per creare competizione e violenza.

PREVARICAZIONE - VIOLENZA - INGANNO - ODIO

I popoli sono spesso " AIZZATI " gli uni contro gli altri da Nazioni plutocratiche. Governi ricattabili che si piegano alla volontà di pochi che tramite l'accumulo costante di DEBITI, vengono tenuti sotto scacco. 

Ecco come si finanziano guerre e poi ricostruzioni prestando credito.

( vedere articoli ILLUMINATI & NOM e DEBITI E Spread nella sezione "Complotto Globale" )

Quante volte si è cercato di sterminare un popolo, una etnia?

Una GUERRA non ha morale, non ha alcun senso etico e mai niente di legale. E' pura follia. 

La nostra memoria storica da dove inizia? Dall'uccisione di Abele da parte di suo fratello Caino? Dalle guerre territoriali delle prime tribù che popolarono le terre dopo il Diluvio? 

Di seguito dimenticherò  di sicuro di citare eventi, luoghi ed etnie che subirono le peggior violenze. Me ne scuso anticipatamente. Non sono uno storico, seppur la storia mi abbia sempre affascinato. Ci promettiamo sempre di imparare dagli errori ed orrori dal passato, ma ci ricadiamo ciclicamente. Oggi il mondo conduce guerre lontane in maniera più subdola. Pare tutto mirato e calcolato a tavolino. Se non fossero esistiti tutti i massacri e le guerre in questi ultimi duemila anni, forse la popolazione mondiale oggi sarebbe doppia.

È quindi un fenomeno ignobile ma indispensabile contro il sovrappopolamento?!? 

Conflitti, rivolte e guerre scoppiano ormai troppo rapidamente e quasi ogni anno nel mondo. 

Io ho 40 anni e dalla mia nascita il mondo ha visto altrettante guerre civili e non e repressioni governative... Senza contare le torture, le discriminazioni razziali, il commercio di immigrati, le morti causate da serial killer e tutte quelle più o meno volute ... 

(Iran, Egitto, Israele e Palestina, Congo, Libano, Zimbabwe, Sudan, Sri Lanka, Cina, Somalia, Sud Africa, India, Armenia, Yemen, Cile, Burundi, Angola, Iraq, Kuwait, ex Jugoslavia, Afghanistan, Ucraina, Siria e molte altre che nemmeno ricordo...

Little Boy e Fat Man, sono i nomi delle due bombe atomiche che l'aviazione americana sganciò sul Giappone che resisteva. Siccome l'impero del Sol Levante non voleva arrendersi e le perdite alleate erano decine di migliaia, nell'agosto del 1945 vennero sganciate sulle città di Hiroshima e Nagasaki provocando nell'immediato e nelle settimane successive oltre 200,000 morti. Un vero genocidio di civili giapponesi innocenti in risposta forse anche per l'attacco militare subito a Pearl Harbor 4 anni prima.

Massacri delle FOIBE. Il nome deriva dai grandi inghiottitoi carsici, cavità profonde naturali che nella Venezia Giulia sono chiamate appunto "foibe". Furono gettate persone vive e cadaveri, a migliaia tra la fine della II guerra mondiale e i primi anni '50 ad opera del regime comunista di Tito contro ribelli, ex italiani residenti e oppositori politici.

Cosa è degno o no di essere insegnato ?

https://youtu.be/opB9Uz1D9N0 - da Tv2000it

DOLOROSI RICORDI

 

LA PIÙ GRAVE EPIDEMIA PER L'UOMO, È L'UOMO

Le terre emerse su cui viviamo non sono solo intrise di lacrime e di sudore, ma di sangue. Non vi è metro quadro nel mondo dove non ve ne sia stato sparso. 

Noi camminiamo sulla morte di altri ed altri cammineranno sopra i nostri resti... 

Antiche e scomparse civiltà sacrificarono decine di migliaia di propri confratelli in riti propiziatori per gli Dei Creatori. Inca, Maya, Aztechi. Nacquero e crollarono imperi con alternanza di conquiste e perdite incalcolabili ai danni di altri popoli. 

La violenza non risparmia mai nessuno. Il popolo stesso di un paese e poi tutti contro tutti... 

Lo stesso IMPERO ROMANO quante battaglie sostenne prima di crollare? Quanti popoli e tribù "barbare" e romani stessi morirono per un sogno? 

Quanto valsero gli ideali di un'unico grande regno multirazziale di Alessandro il Grande in tutta l'Asia e il nord Africa? 

Pensiamo ai 40 milioni di morti stimati nel risultato di ampliare il dominio della Mongolia fino in Russia da parte di Gengis KHAN

Riflettiamo sulle non tanto nobili CROCIATE. Vere missioni di guerra medievali da parte del Sacro Romano Impero per seguire la pretesa dello Stato Pontificio di cristianizzare il medio oriente e reprimere le avanzate islamiche in Europa. 

Cosa ne pensiamo delle favole raccontate su Cristoforo Colombo

Le cattolicissime Spagna, Francia, Portogallo e i vari regni d'Italia misero in atto vere e proprie spedizioni ben calcolate per depredare e colonizzare Nord e Sud America. Non si trovarono per puro caso pensando di essere in India. Sapevano benissimo navigare e sapevano le rotte per arrivare nelle Americhe. Morirono milioni di Indios e di popolazioni discendenti dai Maya e dagli Aztechi. Ancora oggi riecheggia il soprannome "conquistadoressecondo voi per quale motivo? 

Abbiamo dimenticato il massacro degli Aborigeni australiani a cavallo fra il 1700 e il 1800? Il Regno Unito per estendere la sua influenza in tutto il mondo e diventare un grandioso impero coloniale commise sterminii in diverse isole in entrambi gli oceani. Portò lavoro e scambi commerciali ma altrettante malattie a cui popolazioni autoctone non erano mai state esposte. Furono svariati milioni i morti in India, in Australia, in Africa e nelle Americhe. 

Approposito di Stati Uniti e Canada... 

Gli INDIANI NATIVI americani subirono soprusi e violenze. Tribù intere vennero massacrate e altre vennero confinate in "Riserve". Si stima che per uccisioni, fame e nuove malattie importate, il loro numero venne ridotto del 90%

Precedentemente le potenze europee nel XVII secolo fecero altri milioni di morti per dominare i territori americani in un braccio di ferro di scontri fra Spagna, Regno Uniti e Francia. Eserciti europei impegnati sul suolo americano per contenderselo. 

Sul finire del 1700 i neonati STATI UNITI furono teatro di una sanguinosa guerra per rendersi independenti dal Regno Unito e nel 1800 dilagò una lunga civile fra sudisti e nordisti con altre centinaia di migliaia di morti. 

All'inizio del 1800 durante il sogno di un impero francese "post-rivoluzione", le ambizioni delle Campagne di guerra di Napoleone, seminarono centinaia di migliaia di morti nelle invasioni in Italia, in Egitto, in India. Nelle coalizioni si schierarono Russia, Svezia, Spagna, Olanda, Prussia, gli stati italici e molti altri come in una prova di un grande preconflitto mondiale. 

Vogliamo ricordare inoltre che per quindici anni durante la seconda metà del XIX secolo, la Cina fu sconvolta dall'insurrezione contro la dinastia dei Qing si tramutò in una repressione mostruosa? I calcoli dell'epoca parlano di 20 milioni di morti. 

Sul finire del secolo iniziarono campagne di colonizzazione dell'Africa, da parte del II Reich tedesco, del neonato regno d'Italia, della Spagna, della Francia e del Regno Unito. Ogni super potenza europea volle avere un suo dominio coloniale massacrando le popolazioni locali per poi sfruttarle lavorativamente, importare materiali e manodopera. La più cruenta furono proprio la Francia e il Regno Unito su cui ancora oggi troviamo la loro influenza nella cultura africana. 

Poi arrivò la prima guerra mondiale che fu tremenda. Potenze di tutto il mondo combatterono in Europa sviluppando per la prima volta armi innovative tremende come i velenosi gas "mostarda" e le mine antiuomo. Da precedenti conflitti calcolati con tattiche militari basate sul rispetto e l'onore, si passò a tecniche di incursioni vigliacche bombardando dal cielo il nemico, logorandosi a vicenda nella guerra di trincea. Il conflitto fu per mare, per aria, per terra e causò oltre quindici milioni di morti. L'Europa, già stremata dall'epodemia di influenza spagnola, perse una notevole percentuale di vite ad inizio '900.

La fine degli Zar in Russia portò per i decenni seguenti milioni di morti dopo la rivoluzione di ottobre. Seguirono le "purghe" staliniane contro tutti coloro che venivano reputati un pericolo per l' ascesa del regime comunista. L'ex impero che aveva dominato nella repressione, lasciava spazio ad una federazione ancora più oscura e violenta. Le cifre della scia di morte in Russia dall'inizio del '900 fino agli anni' 60 del secolo scorso, sono inprecisate. In realtà incalcolabili fra coloro che vennero uccisi o perirono nei Gulag o per fame. Stalin ridusse in miseria decine di migliaia di famiglie ucraine. 

La guerra civile spagnola negli anni '30 mise a dura prova la popolazione. Quasi 300,000 morti in tre anni di guerra combattuta fra Spagna e Marocco tra repubblicani e insurrezionisti nazionalisti. Parteciparono il neonato Reich nazista e l'ormai consolidata Italia fascista per aiutare il golpe del Generale Francisco Franco. 

Due anni dopo l'Europa, immemore del primo conflitto mondiale avvenuto soli vent'anni prima, vide dinuovo l'orrore di quasi sei anni di battaglie che si estesero verso la Russia, nell'atlantico, nel pacifico e nell'Africa, divenuta nei decenni precedenti un agglomerato di colonie europee. 

La seconda guerra mondiale vide impegnati quasi tutti gli Stati del mondo, divisi in due formazioni di scontro. Da una parte vi furono la determinazione di Giappone, Italia e Germania, governate nella repressione da parte di regimi autoritari e violenti che non volevano sottostare ai giochi di un mondo proteso verso la globalizzazione incontrollata. Dall'altra parte vi furono gli ideali di libertà individuale e la democrazia degli alleati, una formazione di americani, francesi, inglesi, questi ultimi coinvolgendo militari e civili dalle colonie sparse in tutto il mondo. Accorsero a combattere milioni di uomini. Fu una guerra senza riserve di alcun tipo. Il gran finale fu che venne bombardato  nuclearmente il Giappone nell'estate del 1945. Siccome l'Impero del Sol Levante non si arrendeva, gli USA chiusero il fronte del Pacifico bombardando due città. Hiroshima e Nagasaki furono rase al suolo da due bombe atomiche. Da quel momento e fino ad oggi, il mondo intero fa a gara per avere scorte di bombe atomiche maledette nonostante i finti trattati internazionali ne vietino ulteriori scorte. 

Non dimentichiamo assolutamente "la Shoah" ovvero il genocidio di milioni di ebrei da parte della furia nazista durante quegli anni infami. 

Calcolando la persecuzione di ebrei, uomini di colore, zingari, omosessuali, malati mentali e dissuadenti del regime e sommando la morte di tutti i militari impegnati e di tutti i civili che perirono durante il secondo conflitto mondiale, si parla di circa 70 milioni morti. 

Negli anni 50-60-70 vi furono guerre civili in molti paesi del mondo. Si contarono centinaia di migliaia di morti in Africa in Sud America tutte atte a rovesciare tirannide in un gioco politico sempre controllato ufficiosamente dagli Usa e dalla controparte sovietica. 

In Cina in quel periodo vi furono decine di milioni di morti nelle repressioni che portarono Mao Zedong a dirigere la Repubblica Popolare Cinese con un'impronta filo-comunista. 

Il mondo non si saziò ancora di orrore e non riuscì a risolvere i suoi problemi diplomaticamente. La gara per dominare il mondo fra USA ed ex URSS quanti altri milioni di morti procurò? Tutte le guerre seguenti fino ad oggi, in qualche modo sono riconducibili all'influenza della federazione russa ed americana in altri paesi considerati interessanti  e strategici dal loro punto di vista. 

Non fu così per le guerre di Corea e del Vietnam? Non fu così per le due guerre nel Golfo? Iran, Iraq, Kuwait, Libano, Afghanistan. E poi in Serbia, nell'ex Jugoslavia filo russa, in Libia, in Siria. Il medio oriente attrae guerre. Oltre il petrolio e il gas naturale cosa spinge l'uomo ad uccidersi sempre? 

Ribadisco che gli esempi che ho citato sono dal mio punto di vista i più eclatanti e scandalosi. Mi scuso per non aver descritto più dettagliatamente tutte le rivoluzioni, le repressioni e le guerre civili che in media, ogni anno scoppiano da qualche parte nel mondo. Mi scuso se ho dimenticato e  tralasciato nozioni importanti. E anche per tutti i casi che non conosco personalmente e che ho omesso. 

Ogni anno che inizia porta un auspicio di pace. Bastano pochi giorni per creare tensioni e i presupposti per un altro nuovo conflitto. La scusante della lotta al terrorismo sempre e ovunque è la prima prova evidente. Seguono gli interessi commerciali e lo sfruttamento monopolizzato di risorse naturali. Sembra una banalità ma i governi delle superpotenze pare "giochino" proprio a "risiko

E mentre da un lato ingegnosi scienziati si impegnano per prolungare il più possibile l'aspettativa di vita, altri fanno altrettanto studiando sempre nuove soluzioni ad armi letali, sempre più potenti e pericolose. Si perché il business della guerra non si fermerà mai. Laser, bombardieri invisibili, bombe chimiche, bombe di antimateria oltre il nucleare, cyber attacchi, armi sempre più performanti volte a distruggere, annientare e massacrare il prossimo. Armi ad onde elettromagnetiche e virus mutati in grado di piegare un'intera Nazione e di decimarla. 

La corsa agli armamenti proseguirà sempre di pari passo con il volere plutocratico di coloro che conducono le sorti dell'umanità nell'ombra dietro governi strozzato dai debiti conseguiti nella storia con questa manciata di famiglie senza scrupoli.

Sono sempre loro: chiamiamoli governo ombra, massoni o illuminati. Chiamiamoli mafiosi, lobbies o in qualunque altro modo

Tanto ci siamo capiti. E mentre le masse ormai sono schiave di qualunque forma di gioco che distoglie l'attenzione dal comprendere davvero quanto tutti i popoli non siano che pedine nei mano di pochi eletti, il mondo va avanti. 

Credo vivamente che in questi ultimi duemila anni, se il mondo fosse vissuto veramente in pace, la polazione mondiale sarebbe doppia. Ci troveremmo davanti altri problemi sicuramente, ma li avremmo sempre affrontati con uno spirito diverso. Una fratellanza mai avuta. Un amore e una tolleranza infinita. Le stesse speranze sempre auspicate, ma mai perseguite. 

Il mondo dovrà sempre affrontare crisi, dolore, guerre e carestie.

Ecco perché questo mondo non merita di essere popolato dal genere umano. 

Stiamo già intravedendo i primi scenari di risposta della natura nei nostri confronti. Segnali che abbiamo compreso ma che ancora sfidiamo. Se non cambieremo totalmente il nostro modo di convivere e di rispettare l'ambiente, allora la conseguenza di estinzione totale non potrà che essere corretta nei nostri confronti. 

Un nuovo anno si sta aprendo e come volevasi dimostrare, nuove tensioni in Iran fanno presupporre che presto si scatenerà nuovamente l'inferno. La Russia non permetterà l'avvicinarsi ancora dell'influenza  americana nelle regioni medio orientali. Mi auguro davvero che questa guerra imminente non si trasformi in qualcosa di più grande e incontrollato. 

Come ho scritto in principio, l'uomo ricade sempre negli stessi errori. 

 

QUESTO SECOLO, QUESTO NUOVO MILLENNIO ...

 

COSA CI HA PORTATO, DOVE CI CONDURRA' ?

 

Il secolo scorso ha generato centinaia di milioni di morti violente

 

Oltre quelle naturali e per incidenti, sono morti centinaia di milioni di persone per odio, vendetta, razzismo.

2 guerre mondiali, rivolte, guerre civili, deportazioni, genocidi, massacri, esecuzioni sommarie in una lotta continua dove una ristretta plutocrazia ha potuto godere di lauti guadagni, spostando finanziamenti all'occorrenza dove servivano e indebitando intere nazioni.

Questo secolo non può portare una III GUERRA MONDIALE; sarebbe la fine dell'umanità !

Gli scontri ideologici fra ORIENTE ed OCCIDENTE hanno risvegliato dal torpore una guerra fredda mai esauritasi.

Oggi ci sono guerre e morti nel mondo, ma la vera GUERRA TOTALE è fra superpotenze che si attaccano a colpi di scandali, di cyberattacchi, provocando e poi combattendo terrorismo attivo e terrorismo psicologico.

Ecco i giochi di potere in una torbidità fra fake news, consumismo scellerato, sovrappopolamento, inquinamento eccessivo, e crescente divario fra classi povere e quelle ricche, sempre piu' ricche.

Aggiungiamoci l'immancabile idiozia di tensioni religiose che dopo duemila anni ancora non hanno avuto l'intelligenza di smetterla di sentirsi uniche e veritiere.

In tutto questo noi, cittadini privati di orgoglio nazionale, di lucidità, di informazioni veritiere.

Eccoci qui cari cittadini moderni con tutto a portata di mano, ma niente di certo in mano.

Quello che fa piu' male è il pensiero di lasciare tutta la nostra merda per le prossime generazioni. Spero solo che queste abbiano piu' cervello e piu' coraggio di noi.

 

 

Simone MERLO

dicembre - gennaio 2020

 

Lettura strategica del biennio 2018 - 2019. Ecco i giochi di potere a cui assistiamo impotenti

https://youtu.be/bwkLaSRol58 - video di Daniele Trevisani -

Nuove razze creeranno civiltà fiorenti future sulla Terra dopo la fine o la fuga di ciò che resterà del genere umano. Essi impareranno dai nostri errori e nasceranno naturalmente predisposti per la pace e l'armonia. È questo il mio ideale, il mio sogno per la diffusione della vita in un universo meno umano e più alieno. La vita vincerà sempre su tutto, anche sulla nostra inevitabile estinzione.